Guerra Russia-Ucraina, la diretta – Putin ferma l’assalto ad Azovstal. Kiev: “Fino a 9mila corpi in fossa comune a 20 chilometri da Mariupol”

Il generale Kadyrov: "Controlliamo l'edificio amministrativo dell'acciaieria". Gli Stati Uniti annunciano l'invio di nuove armi nelle prossime 24-48 ore. Biden: "Combatteremo i tiranni". A fuoco l'Istituto di ricerca aerospaziale vicino a Mosca

Aggiornato: 11:55

I fatti più importanti

  • 23:02

    Zelensky: “Mosca ha rifiutato la tregua di Pasqua”

    Mosca avrebbe rifiutato la tregua di Pasqua, come chiesto dal Papa. Lo afferma il presidente ucraino Zelensky. “Ogni paese del mondo deve prepararsi ora per la possibile rottura completa di qualsiasi relazione con la Russia- dice dopo l’intervento a una tavola rotonda dedicata agli aiuti all’Ucraina che si è tenuta nell’ambito delle riunioni del Fondo Monetario Internazionale e della Banca Mondiale a Washington – Il primo è il sostegno immediato all’Ucraina, in modo che la leadership russa sappia che la guerra non consentirà loro di realizzare nessuno dei loro obiettivi aggressivi. Il secondo è l’immediata esclusione della Russia da tutte le istituzioni finanziarie internazionali“. “La terza – prosegue Zelensky – è una tassa speciale per la guerra. La Russia, e dopo di essa qualsiasi altro aggressore, deve pagare per aver violato la stabilità globale”. Oltre alla “possibile rottura completa” delle relazioni con la Russia, il presidente ucraino chiede che si continuino “a bloccare i beni dello stato russo e i rappresentanti dell’élite russa”.

  • 22:54

    Riunione nella base Usa a Ramstein con partner Nato e non

    Il segretario per la Difesa americano, Lloyd Austin, presiederà la prossima settimana una riunione con i partner della Nato sull’Ucraina presso la base Usa di Ramstein, in Germania. Lo ha annunciato il portavoce del Pentagono precisando che all’incontro parteciperanno anche Paesi che non sono membri dell’Alleanza Atlantica ma “la lista dei Paesi invitati non è ancora stata completata“. Il tema della riunione non sarà solo lo stato della guerra ma anche “un ragionamento più a lungo termine sulla sicurezza e la difesa dell’Ucraina”. 

  • 22:35

    Kadyrov: “Controlliamo l’edificio amministrativo dell’acciaieria Azovstal a Mariupol”

    L’edificio amministrativo dell’acciaieria Azovstal a Mariupol e nel territorio adiacente è sotto il controllo delle forze russe. Lo ha affermato giovedì il capo della Cecenia Ramzan Kadyrov sul suo canale Telegram. “Mariupol è nostra!… La città è stata presa definitivamente e completamente. L’edificio amministrativo strategicamente importante dello stabilimento Azovstal è sotto controllo e tutto il territorio adiacente è stato sgomberato”, ha detto Kadyrov, aggiungendo che quel poco che resta dei nazionalisti ucraini “è stato bloccato sotto uno spesso strato di cemento e acciaio all’interno dell’impianto”. 

  • 22:32

    “Fino a 9.000 residenti di Mariupol potrebbero essere sepolti in una fossa comune”

    “Fino a 9.000 residenti di Mariupol potrebbero essere sepolti in una fossa comune a Manhush, una cittadina a 20 chilometri a ovest della città portuale ucraina assediata dalle forze di occupazione russe”. Lo sostiene l’amministrazione locale di Mariupol secondo la quale le immagini satellitari della fossa comune pubblicate da Maxar, suggeriscono che lì potrebbero essere sepolte dalle 3.000 alle 9.000 persone. Lo riporta il Kyiv Independent. In totale, secondo le stime preliminari, fino a 22.000 residenti di Mariupol potrebbero essere già stati uccisi dall’inizio dell’offensiva russa. 

  • 22:17

    Il Pentagono: “Droni per l’Ucraina sono progettati per attaccare obiettivo”

    “I nuovi droni inviati all’Ucraina, Phoenix Ghost, sono stati sviluppati prima che iniziasse l’invasione e sono progettati per attaccare obiettivo”. Lo ha detto il portavoce del Pentagono in un briefing con la stampa sottolineando che “l’obiettivo principale di questi droni è l’attacco”. Questi sistemi, ha detto ancora John Kirby, “sono particolarmente adatti al tipo di battaglia che gli ucraini dovranno combattere nell’est”. 

  • 22:15

    “Evacuati 79 residenti dalla città di Mariupol”

    Sono 79 i residenti della città assediata di Mariupol che oggi sono stati evacuati in sicurezza a Zaporizhzhia. Lo ha comunicato Pavlo Kyrylenko, amministratore militare regionale di Donetsk in un post di Telegram ripreso dalla Cnn. Kyrylenko ha affermato che dopo diversi ritardi e tentativi falliti di aprire un corridoio di evacuazione dalla città assediata, “questa è la prima volta dall’inizio del blocco di Mariupol da parte delle forze di occupazione russe che siamo riusciti a evacuare i residenti locali in modo organizzato e portarli in salvo”. Kyrylenko ha detto che quasi 100.000 residenti di Mariupol sono già arrivati a Zaporizhzhia e ha promesso che le autorità ucraine continueranno a lavorare sodo affinché tutti coloro che vogliono fuggire dalla città assediata possano farlo. Kyrylenko ha riferito che durante i precedenti tentativi di ritirare i civili, le forze russe hanno rotto i loro accordi, costringendo coloro che scappavano a fare affidamento sui trasporti privati. “Questa volta, quattro autobus sono riusciti a lasciare la città assediata in modo organizzato. È molto meno di quanto concordato, ma ci rallegriamo comunque per ogni vita salvata”.

     

  • 22:09

    Il Pentagono: “Nuove forniture possono armare cinque battaglioni”

    Le nuove forniture militari annunciate dal presidente americano Joe Biden “possono armare cinque battaglioni ucraini nel Donbass”. Lo ha detto il portavoce del Pentagono, John Kirby, in un briefing con la stampa sottolineando che “le armi vengono inviate all’Ucraina e poi sono le forze di Kiev a decidere come utilizzarle”.

  • 22:08

    Kiev: “Ricostruzione costerà almeno 600 miliardi”

    La ricostruzione dell’Ucraina costerà almeno 600 miliardi di dollari. Lo afferma il premier ucraino Denys Shmyhal nel corso di un incontro a margine dei lavori del Fondo Monetario Internazionale.

  • 22:01

    Kiev: “I russi hanno occupato 42 villaggi nella regione orientale del Donetsk”

    Le forze russe hanno occupato decine di villaggi nella regione orientale del Donetsk. Lo ha detto alla tv ucraina Olena Symonenko, dello staff del presidente Volodymyr Zelensky, citata dal Guardian. “Oggi 42 villaggi nella regione del Donetsk sono stati aggiunti alla lista di quelli occupati”, ha affermato Symonenko, aggiungendo: “Questo è successo oggi e può darsi che le nostre forze li riconquistino domani”.

  • 22:00

    La Banca Mondiale: “Danni per 60 miliardi agli edifici e alle infrastrutture”

    La Banca Mondiale stima in 60 miliardi di dollari i danni agli edifici e alle infrastrutture ucraine a causa della guerra. Lo afferma il presidente della Banca Mondiale, David Malpass, sottolineando che il conto è destinato a salire.

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono stati modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui