/ Scuola

di Chiara Brusini | 22 settembre 2017

Cina, “non solo investimenti. Nelle università italiane boom di cinesi che studiano design, belle arti e musica”

Sabrina Carreras e Mariangela Pira in Fozza Cina (Baldini&Castoldi) raccontano come dall'anno accademico 2004-2005 a oggi il numero di ragazzi della Repubblica popolare iscritti alle nostre facoltà sia aumentato di venti volte, arrivando a quota 7.375. Ormai, dopo albanesi e rumeni sono la maggiore comunità straniera nei nostri atenei. Anche nei piccoli centri. "Cercano la creatività che il loro sistema non promuove"

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×