FQ MAgazine

Apologia del fascismo? L’antidoto c’è perfino in tv. “La Grande Storia” torna in prima serata. E trascina gli ascolti di Rai3

Il programma che compie vent'anni ripropone il racconto storico in prime time. E vince: la puntata della scorsa settimana ha registrato il terzo miglior venerdì di Rai3 nel 2017. Un "miracolo" che si rinnova in continuazione: alta qualità, fact-checking e audience, puntando su nuove angolazioni e un linguaggio rinnovato

Emmy Awards 2017, come e più degli Oscar: le nomination delle serie tv americane (con un pizzico di Italia)

C'è anche The Young Pope di Paolo Sorrentino tra le serie tv che a settembre si contenderanno i riconoscimenti più importanti della televisione made in Usa. A fare la parte del leone Hbo e Netflix: tutti i papabili vincitori

Il tariffario degli opinionisti tv: dai 500 euro di Karina Cascella ai 3500 di Anna Falchi

SPY, nuovo magazine di gossip, ha pubblicato le cifre che incasserebbero a ogni presenza (spesso con annesso litigio in diretta) i prezzemolini più gettonati dei salotti catodici

Palinsesti La7, inamovibile Enrico Mentana, torna Corrado Guzzanti e arriva Gazebo in prima serata. Gianluigi Paragone in panchina

L'impronta radical-progressista di Andrea Salerno si nota già, in una rete che nella scorsa stagione era stata accusata da più parti di aver scelto una linea editoriale tenera nei confronti del cosiddetto “populismo”

Temptation Island visto da un critico cinematografico: demenzialità alla Ben Stiller, isteria alla Muccino e corna chabroliane

Il programma di Canale5 si candida a sintesi suprema del racconto cinematografico contemporaneo che sciorina perfino sceneggiatori che hanno nel DNA la pungente attualità del quotidiano sentire e vivere: “Due bei bicipiti fanno più di un mazzo di rose”. Agonizzante cinema italiano che aspetti a reclutare costui o costoro?

Catena Fiorello: “Io emarginata dalla Rai per via del mio cognome. L’omertà uccide il 90% degli ambienti televisivi”

La sorella di Rosario e Beppe si sfoga su Facebook perché il 29 giugno doveva fare un'ospitata poi saltata: "Era tutto confermato. All’improvviso qualcuno, chissà chi, ha posto un veto […] Strana coincidenza: il veto (l’ennesimo) sulla mia ospitata è arrivato dopo che mio fratello Rosario si è espresso circa il caso Giletti. Strano davvero”

Lorena Bianchetti, la conduttrice con il piglio da suora laica che sognava di conquistare Domenica In ma è tornata a leggere il Vangelo

La polemica di Domenico Naso
È ormai prigioniera del suo ruolo di madrina televisiva del cattolicesimo, anche se qualche anno fa ci aveva provato davvero a fare il salto generalista verso il grande pubblico. Era arrivata persino a condurre il contenitore pomeridiano di RaiUno, inspiegabilmente, ma quell'edizione è rimasta nell'immaginario collettivo solo per un episodio imbarazzante (per lei)

Palinsesti Mediaset 2017, che delusione le nuove proposte del Biscione. Nessuna novità, domina (come sempre) Maria De Filippi

La polemica di Domenico Naso
E pensare che, secondo molti, doveva essere l'anno del sacco di viale Mazzini, con tanti artisti Rai pronti a passare a Mediaset. Poi, però, il tetto agli ingaggi degli artisti non è passato, e il Biscione è rimasto con un pugno di mosche in mano

Wind Summer Festival 2017, basta con la nostalgia del Festivalbar

La polemica di Domenico Naso
La differenza più evidente è che all'epoca del Festivalbar, che molti rimpiangono sui social, c'erano molti più soldi e si poteva andare di città in città in una sorta di giro d'Italia estivo, mentre adesso tocca registrare le poche puntate in un paio di giorni, nella stessa piazza della stessa città. E televisivamente forse non ricordate bene cos'era il Festivalbar, visto che anche su quel fronte non è cambiata una virgola
×

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×