FQ MAgazine

Dal cerchietto di Prada alla miniborsa di Jaquemus: ecco la classifica dei prodotti di moda più cercati online

La classifica è stata stilata da Lyst, il principale motore di ricerca nel mondo della moda, in base alle ricerche di 5 milioni di utenti nei primi tre mesi del 2019

Podcast mania, da Chanel a Gucci la moda adesso si ascolta in cuffia (con Elton John, Pharrell Williams e Keira Knigthley)

In Italia ci ha pensato Gucci: i suoi podcast sono chiacchierate dove raramente si parla di vestiti: Florence Welch che presenta il suo libro di poesie, o Sir Elton John che parla della “connessione artistica” che ha con il designer Alessandro Michele

Giorgio Armani: “Con i cinesi meglio non fare battute. Una volta ne ho fatta una davanti al sindaco di Shanghai ed è sceso il ghiaccio”

Lo scorso novembre gli stilisti Domenico Dolce e Stefano Gabbana erano stati travolti dalle polemiche, accusati di razzismo e sessismo per alcuni video promozionali realizzati per un maxi evento a Shangai. Sull'argomento si esprime per la prima volta anche Giorgio Armani che, incalzato dai giornalisti, dopo il suo show ha provato a rispondere con garbo e imparzialità

23 idee regalo al femminile (veramente!) originali per fare un figurone a Natale

Per amiche modaiole, colleghe sportive o fidanzate globe-trotter: dalla lingerie ai completi sportivi di Oysho, dai giardini da scrivania alle cover personalizzate

“Penis facial”, ecco la “tecnica” di Kate Beckinsale, Cate Blanchett, Sandra Bullock per ringiovanire la pelle

Si tratta di un potente antidoto contro l’invecchiamento della pelle che deriva da un fattore epidermico contenuto nelle cellule staminali dei prepuzi di bambini coreani

Dolce&Gabbana, i prodotti del brand spariscono dai siti di e-commerce: a rischio un terzo del fatturato globale dell’azienda

Prima i video, poi una conversazione privata di Stefano Gabbana in cui definisce la Cina "un Paese di merda". Conseguenza? Cancellato lo show, prodotti D&G non più sui siti cinesi. Loro: "Ciò che è accaduto oggi è davvero spiacevole, non solo per noi, ma per tutti coloro che hanno lavorato notte e giorno per dar vita a questo progetto”. Mario Boselli: "Se facciamo un discorso Italia-Cina sul Made in Italy e sul consumatore cinese non ci saranno contraccolpi. Gli altri del settore si muovono con ben altra discrezione e stile"
×

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×