";
Aggiornato alle 9:21 - 23/05/2018
Direttore testata online: Peter Gomez

Il fatto quotidiano

“Giovanni Falcone seguiva la pista di Gladio”
Le indagini top secret di Borsellino su Capaci

Giovanni Falcone voleva la verità sugli omicidi politico-mafiosi e i possibili legami con Gladio. Paolo Borsellino conduceva indagini segrete sulla morte del collega. Lo si legge nelle testimonianze inedite rilasciate da Alfredo Morvillo, Roberto Scarpinato, Vittorio Teresi, Ignazio De Francisci e Antonio Ingroia, alcuni dei pm di allora alla Procura di Palermo ascoltati dal comitato antimafia del Consiglio Superiore della Magistratura tra il 28 e il 30 luglio 1992, una decina di giorni dopo la strage di via D’Amelio

di Antonella Mascali

Casa donne di Roma, vertice con assessori
dopo le polemiche. Raggi: “Non chiuderà”
Manifestazione in piazza del Campidoglio

Neonato abbandonato in
strada a Brescia: sta bene
Polizia cerca i genitori

La Notte del Maestro
l’addio al calcio di Andrea
Pirlo: San Siro in visibilio

Fiammetta Borsellino incontra Graviano
E il boss cita B. parlando della latitanza
Speciale Sekret Trattativa su Loft dal 23

Stefano Feltri presenta il suo libro Reddito
di Cittadinanza: “Non è compatibile con la
Flat tax. Uno aiuta i poveri, l’altra i ricchi”

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×