Aggiornato alle 22:55 - 16/07/2019
Direttore testata online: Peter Gomez

Il fatto quotidiano

Borsellino, dopo 30 anni desecretati gli audio
“C’è un calo di tensione nella lotta alla mafia”

Nel 1984 al tribunale di Palermo c’era una sola auto blindata che poteva accompagnare i giudici al tribunale. Sissignore: in una città in mano a Cosa nostra, lo Stato non riusciva a proteggere i suoi esponenti. Che infatti venivano uccisi. È un racconto paradossale e a tratti drammatico quello che arriva dalla voce di Paolo Borsellino, audito dall’Antimafia l’8 e il 9 maggio del 1984. La commissione di Palazzo San Macuto presieduta da Nicola Morra – con la consuenza del pm Roberto Tartaglia – ha infatti deciso di desecretare tutti gli atti raccolti dalla sua istituzione nel 1962

di Giuseppe Pipitone

Bari, protesta dei braccianti: occupata
basilica di San Nicola. “Privi di dignità”

Foggia, migranti presi a sassate: 2 feriti

Da Il Fatto in Edicola

Sherlock in Francia: MediaPart rilancia
la nostra inchiesta sulle bombe a Pompei

Talk show e conferenze dove sono tutti
maschi? Mandateci le vostre segnalazioni

M5s, Di Maio: “Alle elezioni non andremo
più soli”. Ma resta regola dei due mandati

“Presto Team del futuro per coordinarci”

Strage via D’Amelio, Nicola Morra: “Il 19
luglio 2019 gli atti saranno desecretati”

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×