Giustizia & Impunità - 26 Novembre 2021

Ex Ilva Taranto, chiuse le indagini su Enrico Laghi: l’ex commissario straordinario accusato anche di concussione

Il manager nominato dal governo Renzi per gestire l'acciaieria ionica in amministrazione straordinaria doveva già rispondere di corruzione in atti giudiziari. Per la Procura di Potenza è anche il “mandante e organizzatore” di una azione criminosa che impose a due dirigenti dell’Ilva, imputati in alcuni processi penali dinanzi al tribunale ionico, di nominare come difensore l’avvocato Giacomo Ragno, uomo ritenuto vicino all’ex procuratore di Taranto Carlo Maria Capristo, anche lui indagato con l’accusa di aver garantito “una particolare e favorevole attenzione alle esigenze di Ilva in As” in cambio dell’interessamento alla propria carriera

Di Francesco Casula