FQ MAgazine

Meditazione coi Beatles, il docufilm sul viaggio alle pendici dell’Himalaya dei Fab Four e Mia Farrow recuperato al River to River di Firenze

I Beatles con lunga veste bianca, versione uomo lupo, barbetta rada e ricciuta, vengono ampiamente demitizzati, presi parecchio in giro, per questa improvvisa traiettoria alto-basso che percorrono, da celebreties altezzose che vogliono “meditare” sulla paglia e la nuda terra

Oscar 2019, Kevin Hart non condurrà la cerimonia: l’attore si ritira dopo le polemiche per le sue frasi omofobe

Le frasi incriminate si riferiscono ad alcuni tweet pubblicati dall'attore tra il 2009 e il 2011. L'Academy è già al lavoro per trovare il sostituto

Golden Globes 2019, le nomination: film, interpreti e canzoni. Da Vice a Bohemian Rhapsody

Cinque candidature per A Star is born. Sorprende anche la presenza di Alfonso Cuaron e del suo Roma. Il caso dell’anno, vincitore del Leone d’oro all’ultima Venezia, apparentemente distribuito solo su Netflix ma in questi giorni in decine di cinema italiani

La donna elettrica, uno dei film più ribelli, divertenti e politici di questo 2018

Si astengano tutti i perditempo da realpolitik salottiera, tutte le anime candide che fanno le rivoluzioni stando davanti alla tv o dal trespolo di una cattedra del sapere. Perché nel film diretto dall’islandese Benedikt Erligsson protagonista è una donna che agisce concretamente, mani nel fango, sangue, sudore e un filo di paura, per difendere l’ambiente e la natura del suo paese

“Chiamami col tuo nome” avrà un sequel: André Aciman è già al lavoro. Il seguito racconterà le storie di Elio e Oliver 20 anni dopo

Anche il regista Luca Guadagnino ha confermato che nei suoi piani c’è l’idea di dare un seguito alla storia con addirittura una serie di sequel: “Secondo me, Call Me può essere il primo capitolo delle cronache della vita di queste persone che abbiamo incontrato in questo film"

Non ci resta che vincere, così la disabilità fisico-mentale viene raccontata senza freni e carinerie ma con rispetto

Le premesse sono ovviamente melense e trite, ma l'opera è spassosa. In originale il titolo fa Campeones e tenerlo così male non faceva La Spagna, dove è campione di incassi, lo ha candidato all’ambita cinquina dell’Oscar per il film in lingua straniera

La casa delle bambole – Ghostland, raffinatezza compositiva rara ed estetica come non vedevamo da tempo in un horror

I fan di Pascal Laugier saranno accontentati. L’esplorazione dell’umana sofferenza è al centro anche del nuovo film dell’autore francese di Martyrs, ovvero quel torture horror che nel 2008 rifece la storia del genere

Lontano da qui, un intrigante e finissimo ritratto di un’ossessione intima rovinosa

L'opera viene costruita dalla regista Sara Colangelo a partire dal romanzo dello scrittore israeliano Nadav Lapid. Maggie Gyllenhaal da Oscar, ma nel frattempo non perdetevi il film

Torino Film Festival, i vincitori: Wildlife di Paul Dano. Menzione speciale al film Bad Poems

Per le interpretazioni i riconoscimenti sono andati all’attrice brasiliana Grace Passò e a due attori in ex-aequo: il tedesco Rainer Bock e il danese Jakob Cedergren. Proiezione in prima mondiale (per il pubblico) del nuovo lavoro di Nanni Moretti, Santiago, Italia
×

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×