/ Mondo

di Gianni Rosini | 18 Marzo 2019

Lorenzo Orsetti, il manifesto dell’italiano: “Combattiamo per una società più giusta. Me ne vado con il sorriso sulle labbra”

Una militanza tra le file dei curdi raccontata su vari media, quella del 33enne fiorentino ucciso a Baghuz, una delle ultime aree del Paese ancora in mano a Daesh. Era arrivato per combattere ad Afrin, nel nord della Siria, dove i turchi portavano avanti "un tentativo di sostituzione etnica" contro i curdi. Poi si era spostato nel sud est: "Sembriamo l’armata Brancaleone: siamo bellissimi"

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×