/ di

Ugo Bardi Ugo Bardi

Ugo Bardi

Docente presso la Facoltà di Scienze MM. FF. NN. a Firenze

Su questo blog, mi dedico a descrivere come il mondo stia cambiando rapidamente a causa dell’esaurimento delle risorse e del cambiamento climatico, e di come le nuove tecnologie rinnovabili ci possono essere utili per gestire il cambiamento che rischia di travolgerci. Quello che scrivo deriva più che altro dal mio lavoro di docente presso la facoltà di Scienze dell’università di Firenze. Il lavoro dello scienziato è un po’ come quello del soldato di ventura, nel senso che non è mai noioso; con la differenza che come scienziato non devi mai ammazzare nessuno! Così, nella mia carriera, da quando mi sono laureato in chimica nel lontano 1976, mi sono occupato di tante cose; dai catalizzatori per le raffinerie del petrolio ai motori a turbina per gli aerei. Oggi mi occupo più che altro di energia e di risorse naturali incluso l’arcana “scienza dei rifiuti”, come pure di scienza del clima e di gestione delle risorse minerali. Sono materie assolutamente non noiose dove si impara veramente tanto su come funziona il nostro mondo e perché succedono certe cose. Non è solo un problema di energia: se non riusciamo a “chiudere il ciclo” e a smettere di buttar via le cose che oggi chiamiamo “rifiuti” (e che invece sono risorse) rischiamo di fare la fine che hanno fatto tante civiltà del passato, dai Sumeri ai Romani.

Blog di Ugo Bardi

Ambiente & Veleni - 16 dicembre 2018

Cop24: un accordo sul clima è stato raggiunto, ma dobbiamo continuare a resistere

La Cop24 di Katowice è finita con un accordo con degli obblighi e delle regole valide per tutti i Paesi. Un accordo insufficiente, certo, ma c’è stato: quasi un miracolo, considerando il sabotaggio continuo delle delegazioni dei paesi produttori di combustibili fossili. La situazione rimane difficilissima, ma dobbiamo resistere, come cento anni fa, al tempo […]
Ambiente & Veleni - 6 dicembre 2018

Incentivi auto elettriche, un regalo ai ricchi? Non direi

Il governo ha varato in questi giorni un provvedimento per incentivare la vendita di veicoli elettrici nuovi: sono 6mila euro per veicoli a zero emissioni, un po’ meno per veicoli che comunque hanno emissioni ridotte, come le auto ibride. Era necessario per dare un minimo di “spinta” al mercato dei veicoli elettrici in Italia dove, […]
Ambiente & Veleni - 26 novembre 2018

Diesel, la sua fine è inevitabile. Ma non per le ragioni che ci raccontano

È dal tempo del dieselgate, nel 2015, che è cominciata la caccia al diesel con lo scopo di salvaguardare la salute dei cittadini. Però, se è vero che il diesel inquina (e anche parecchio) sembra un po’ strana tanta solerzia da parte dei nostri governi, considerando che vi sono molte altre cose che inquinano. In […]
Ambiente & Veleni - 19 novembre 2018

Incendi in California, tutti che gridano al colpevole. Peccato sia quello sbagliato

Il disastro dei recenti incendi in California potrebbe essere (si spera) l’ultimo atto di un’annata che era già partita malissimo con le devastazioni in Grecia di inizio estate. Come sempre, di fronte ai disastri per prima cosa si cerca un colpevole. Da noi si parla dei famosi “piromani,” persone che devono necessariamente essere dei malati […]
Ambiente & Veleni - 5 novembre 2018

Cambiamenti climatici, 50 anni fa qualcuno aveva già previsto il disastro. Vi racconto chi

Vi ricordate la storia dei “limiti dello sviluppo“? Era uno studio pubblicato nel 1972 a cura del Club di Roma, un gruppo di scienziati e pensatori fondato da Aurelio Peccei nel 1968. Uno studio rivoluzionario, sia come metodi che come conclusioni: non era la prima volta che qualcuno faceva notare che una crescita infinita non […]
Ambiente & Veleni - 24 ottobre 2018

Auto a metano? No, grazie. Molto meglio l’elettrico

Una decina di anni fa, mi ero attrezzato con un’auto a metano: una vecchia Punto retrofittata. Non era malaccio: a parte il problema di trovare un distributore, si risparmiava effettivamente qualcosa. Col tempo, tuttavia, mi sono reso conto che il metano (gas naturale) – il cosiddetto “combustibile ponte” – non è una buona idea, come […]
Ambiente & Veleni - 1 ottobre 2018

Veicoli elettrici, più posti di lavoro e meno inquinamento. In Italia però c’è chi non li vuole

Si sa che l’Italia è un Paese in ritardo in tanti settori, uno è quello dei veicoli elettrici. Le statistiche più recenti parlano chiaro, siamo il fanalino di coda in Europa per tutti i parametri: numero di veicoli elettrici circolanti, punti di ricarica e vendite annuali. Forse, però, le cose stanno cambiando. La settimana scorsa […]
Ambiente & Veleni - 25 settembre 2018

Plastica, una tonnellata di rifiuti per ogni essere umano. Abolirla? Perché no?

L’inquinamento da plastica sta rapidamente diventando un problema importante a livello mondiale: detto semplicemente, abbiamo prodotto un’enorme quantità di robaccia che adesso non sappiamo più dove mettere. Dagli anni 50 sono stati prodotti nel mondo oltre 8 miliardi di tonnellate di plastica prodotta a partire da idrocarburi fossili. Di questa, il 9% è stato riciclato, […]
Ambiente & Veleni - 31 agosto 2018

Ora legale, Juncker la vuole abolire? Ogni tanto ne fanno una giusta

Succede spesso di continuare a fare le cose che si sono sempre fatte, senza sapere perché. Su questo, mi viene in mente Primo Levi nel suo Il sistema periodico dove racconta come in un’industria si fosse continuato a lungo a far bollire le vernici sintetiche moderne secondo una vecchia procedura tradizionale. Purtroppo, non sapevano che […]
Cronaca - 16 agosto 2018

Ponte Morandi, lasciamo perdere la caccia all’untore. Lavoriamo perché la tragedia di Genova non si ripeta

Siamo ancora tutti sotto l’impressione della tragedia di Genova ma, prima ancora di sapere esattamente cosa è successo e perché, è partita la caccia al colpevole. E’ normale: di fronte a un disastro immane e inaspettato, la prima reazione è sempre di cercare qualche responsabile da punire. Così, vediamo i ministri, assessori, opinionisti e notabili […]
Alberi di Natale, Coldiretti: “Gli artificiali inquinano dieci volte di più dei naturali”
Cop24, promesse ma nessun impegno chiaro: la Conferenza Onu sul clima si chiude con un compromesso al ribasso

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×