/ di

Ugo Bardi Ugo Bardi

Ugo Bardi

Docente presso la Facoltà di Scienze MM. FF. NN. a Firenze

Su questo blog, mi dedico a descrivere come il mondo stia cambiando rapidamente a causa dell’esaurimento delle risorse e del cambiamento climatico, e di come le nuove tecnologie rinnovabili ci possono essere utili per gestire il cambiamento che rischia di travolgerci. Quello che scrivo deriva più che altro dal mio lavoro di docente presso la facoltà di Scienze dell’università di Firenze. Il lavoro dello scienziato è un po’ come quello del soldato di ventura, nel senso che non è mai noioso; con la differenza che come scienziato non devi mai ammazzare nessuno! Così, nella mia carriera, da quando mi sono laureato in chimica nel lontano 1976, mi sono occupato di tante cose; dai catalizzatori per le raffinerie del petrolio ai motori a turbina per gli aerei. Oggi mi occupo più che altro di energia e di risorse naturali incluso l’arcana “scienza dei rifiuti”, come pure di scienza del clima e di gestione delle risorse minerali. Sono materie assolutamente non noiose dove si impara veramente tanto su come funziona il nostro mondo e perché succedono certe cose. Non è solo un problema di energia: se non riusciamo a “chiudere il ciclo” e a smettere di buttar via le cose che oggi chiamiamo “rifiuti” (e che invece sono risorse) rischiamo di fare la fine che hanno fatto tante civiltà del passato, dai Sumeri ai Romani.

Blog di Ugo Bardi

Ambiente & Veleni - 18 giugno 2018

Dieselgate, respirare scarichi è una pessima idea. Ma non bastano i filtri a ridurre le emissioni

Non si acquieta la storia del dieselgate. Dopo la multa di un miliardo di euro appioppata alla Volkswagen in questi giorni, arriva la notizia dell’arresto dell’amministratore di Audi, Rupert Stadler, sempre in relazione allo scandalo delle emissioni truccate. Ma è vero che le emissioni dei diesel fanno così male alla salute umana? Sostanzialmente sì, è vero, […]
Ambiente & Veleni - 14 giugno 2018

Rifiuti, buttiamo plastica perché compriamo plastica. Ma non abbiamo altra scelta

E’ passato abbastanza inosservato sulla stampa l’invito di questi giorni del ministro dell’Ambiente Sergio Costa che suggerisce che ogni italiano raccolga almeno un pezzo di plastica buttato per terra e lo metta nella differenziata. Il ministro si è accorto che con la plastica stiamo vivendo una specie di tragedia al rallentatore: i rifiuti in plastica […]
Ambiente & Veleni - 11 giugno 2018

Caro-benzina, quattro possibili soluzioni al problema

Per qualche anno, sembrava che i prezzi pazzi del petrolio fossero una cosa del passato. Dopo l’impennata a circa a circa 150 dollari al barile del 2008, i prezzi erano crollati al punto che qualcuno si era messo a gridare che era in arrivo un’“era di abbondanza” che ci avrebbe permesso di continuare a viaggiare […]
Politica - 5 giugno 2018

Governo Conte, Di Maio vuole incentivare l’uso di auto elettriche. Ecco perché ha ragione

Dopo la gran confusione delle trattative sul nuovo governo, sembra che siamo arrivati finalmente al momento di fare qualcosa di buono e di concreto. Cominciano subito bene Luigi di Maio come ministro del lavoro e Gianni Girotto, portavoce in Senato per il Movimento 5 stelle e coordinatore del settore energia, con la promozione dei veicoli […]
Politica - 1 giugno 2018

Sergio Costa all’Ambiente, una nomina debole in ottica rinnovabili? Presto per dirlo

Non ci sono stati molti commenti – in effetti quasi nessuno – sulla nomina di Sergio Costa come ministro dell’Ambiente nel governo M5s-Lega. Questo è abbastanza normale – il ministero dell’Ambiente – più esattamente il “Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare” (MATTM) è un ministero con pochissimi poteri, principalmente dedicato a […]
Economia & Lobby - 30 maggio 2018

Governo: si parla di spread, debito ed euro. Ma è il petrolio il vero problema

È riduttivo parlare di “confusione” per quello che sta succedendo in Italia, nemmeno la parola “caos” andrebbe bene. Ci vorrebbe qualcosa di più forte per indicare una situazione in cui nessuno sembra avere più la minima idea di cosa fare per tenere insieme il “sistema Italia” in evidente difficoltà. Come mai ci ritroviamo in queste […]
Ambiente & Veleni - 17 maggio 2018

Rifiuti, è ora di darsi una mossa. La raccolta differenziata non basta più

Arriva in questi giorni la notizia del deferimento dell’Italia alla Corte europea per una serie di infrazioni di tipo ambientale: la questione degli olivi e della Xylella, l’inquinamento da pm10 e la gestione dei rifiuti radioattivi. Non sono cose da prendere sottogamba, ma indicazioni che la gestione ambientale in Italia è carente sotto molti aspetti […]
Ambiente & Veleni - 23 gennaio 2018

Alla fine, l’ho fatto. Mi sono comprato il motorino elettrico

E’ uscito in questi giorni il mio nuovo libro “Viaggiare Elettrico, uno sguardo sulla mobilità del futuro”. E’ un argomento di attualità: tutti parlano di veicoli elettrici, ma che cosa sono davvero? Funzionano così bene come ci viene detto? Oppure soffrono ancora dei problemi che si dice abbiano: bassa autonomia, scarse prestazioni, problemi con le […]
Ambiente & Veleni - 17 gennaio 2018

La Cina blocca le importazioni di plastica da riciclare, siamo ufficialmente nei guai

Si sapeva da un pezzo, ma la cosa è venuta fuori sui giornali solo adesso. L’anno scorso, a luglio, la Cina aveva detto chiaramente che avrebbe bloccato l’importazione di plastica da rifiuti dall’Europa a partire dal 2018. Lo ha detto e lo ha fatto. Ufficiosamente, si sa che l’Unione europea ha cercato in tutti i […]
Ambiente & Veleni - 4 gennaio 2018

Sacchetti per la frutta a pagamento, un altro bel disastro all’italiana

Con la faccenda della nuova legge sui sacchetti a pagamento per la frutta e la verdura ci troviamo di nuovo di fronte all’assoluta ingovernabilità del dibattito. Se su una questione da due centesimi riusciamo a fare un pasticcio del genere, che speranza abbiamo di discutere seriamente di cose importanti, tipo il cambiamento climatico o il […]
Uova, ne produciamo a ritmi di fabbrica. Ma mangiarne così tante è davvero necessario?
Bolzano, “abbattute specie protette”: anche Durnwalder dovrà risarcire oltre un milione di euro

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×