/ di

Loretta Napoleoni Loretta Napoleoni

Loretta Napoleoni

Economista

Sono un’economista ed ho lavorato a lungo in finanza a Londra e San Francisco. Da più di 20 anni studio il terrorismo e collaboro con governi ed organizazioni internazionali. Nel 2005 ho presieduto il gruppo di esperti sul finanziamento del terrorismo per la conferenza internazionale su terrorismo e democrazia organizzata dal Club de Madrid. Ho anche collaborato con con numerose forze dell’ordine, tra cui la Homeland Security statunitense, l’International Institute of Counter-Terrorism israeliano, la polizia catalana e l’esercito Turco. Ho insegnato alla Judge Business Schools di Cambridge e nel 2009 sono stata invitata come relatrice alla Ted Conference sui temi del terrorismo. Tra gli incarici attuali Faccio parte del comitato scientifico del think tank Fundaciones Ideas creata dall’ex primo ministro spagnolo José Luis Rodriguez Zapatero, sono socia fondatrice di una società di consulenza Britannica che si occupa di terrorismo e pirateria e presidente di Food Freedom. Ho scritto molti libri tra cui Terrorismo SPA, Economia Canaglia e Maonomics, sono tradotta in 18 lingue, incluso l’arabo ed il cinese. L’ultimo si intitola ISIS, lo stato del terrore, uscito in 20 nazioni. Sono editorialista per diverse testate straniere tra cui El Pais ed il Caffè, in Italia scrivo per il Venerdi della Repubblica ed il Fatto.it.(maggiori info su www.lorettanapoleoni.net)

Blog di Loretta Napoleoni

Mondo - 6 Gennaio 2019

Spagna, il fantasma di Franco perseguita ancora Madrid

Si dice che la storia la scrivono i vincitori, ed è vero. È anche vero che accettare un passato buio richiede una maturità e magnanimità che pochi posseggono. È molto più facile cadere vittima di sentimenti poco onorabili, come il desiderio di vendetta, o riscrivere la storia cancellando simboli e monumenti che ce la fanno […]
Mondo - 23 Dicembre 2018

Ritiro truppe Usa dal Medioriente, è un paradosso ma Trump sta facendo lo stesso errore di Obama

Negli Stati Uniti la notizia che le truppe tornano a casa dall’Afghanistan e dalla Siria ha sorpreso non pochi. La politica estera di Trump è stata chiara dal primo giorno in cui ha preso possesso della Casa Bianca e può essere riassunta con uno slogan “Make America Great Again at Home”, in altre parole: smettiamo […]
Economia Occulta - 9 Dicembre 2018

Gilet gialli, non solo Francia. La loro potrebbero diventare una protesta mondiale

Ancora una volta è la Francia a offrici la drammatica istantanea del mondo in cui viviamo. La rivoluzione francese è la madre dello Stato nazione moderno, quello democratico e laico, il ’68 francese la miccia che accese la rivolta studentesca e operaia contro il capitalismo post-bellico di stampo americano e i gilet gialli potrebbero diventare […]
Economia Occulta - 25 Novembre 2018

In Europa è arrivato un nuovo inverno del malcontento. Cosa ci aspetta?

È arrivato un nuovo inverno del malcontento, l’ultimo è stato quello del 1978-1979 nel Regno Unito quando il governo laburista guidato da James Callaghan venne messo K.O. dagli scioperi e dalle proteste della popolazione: dalla crisi dei servizi primari, ai black-out, al collasso del sistema dei trasporti. Al posto di Callaghan una donna salì alla guida della […]
Politica - 11 Novembre 2018

Il contratto Lega-M5s sta svecchiando la democrazia. Che questo governo piaccia o no

I primi euroscettici sono stati i laburisti britannici. Secondo loro l’Unione europea, allora definita come il Mercato economico comune, era un’espressione neo-liberista e andava rifiutata perché avrebbe accentuato le diseguaglianze di classe. Nel Regno Unito del dopoguerra il partito laburista e i sindacati rappresentavano un fronte compatto, ultimo baluardo di un socialismo occidentale che nella […]
Economia Occulta - 28 Ottobre 2018

Legge di bilancio, il problema non è economico. E Standard & Poor’s l’ha confermato

Standard & Poor’s non declassa il rating dell’Italia ma mette in guardia i mercati su un possibile futuro incerto. In altre parole il problema è politico prima che economico. E, infatti, ormai tutti si sono accorti che il braccio di ferro tra Roma e Bruxelles è politico, come d’altronde fu politica la decisione di non […]
Economia Occulta - 14 Ottobre 2018

L’Italia come la Grecia? La storia non si ripete, ma spesso fa rima

La storia non si ripete ma spesso fa rima, è quanto scrive il Financial Times riguardo alla comparazione tra l’attuale crisi italiana e quella greca del 2010. C’è ottimismo in questa frase e nell’articolo dell’editorialista dal momento che chi scrive non prevede una reazione simile a quella del 2010 da parte di Bruxelles. In effetti […]
Economia Occulta - 30 Settembre 2018

Def, chiamatela mazzata fiscale

A leggere i battibecchi tra Roma e Bruxelles riguardo alla finanziaria verrebbe da dire “ci risiamo”. Possibile che non si riesca ad uscire da questo circolo vizioso dove la politica finanziaria ed economica di un paese come l’Italia, cioè fortemente indebitato, è sempre soggetta al vaglio dell’Unione Europea. E dato che l’approccio di quest’ultima è […]
Economia Occulta - 16 Settembre 2018

Lehman Brothers, salvando l’alta finanza abbiamo creato solo disuguaglianze

Questa settimana tra gli impuniti del crollo della Lehman Brothers c’è stato chi ne ha festeggiato l’anniversario perché per costoro sono stati dieci anni di grassa, basta ricordare che l’indice Standard & Poor durante questo periodo è salito del 325 per cento. L’alta finanza, dopo il crollo ha ricominciato a fare ciò che faceva prima, […]
Economia Occulta - 2 Settembre 2018

Governo M5s-Lega ed Europa, perché dobbiamo preoccuparci di una possibile crisi?

A dieci anni dal crollo della Lehman Brother, i segnali di pericoli imminenti sui mercati finanziari continuano a essere ignorati. Prendiamo il caso dell’Italia. Basta fare due conti per rendersi conto che le cose vanno molto peggio di pochi anni fa, quando l’Europa è stata travolta dalla crisi del debito sovrano. Allora ci salvò Mario […]
“Un vulcano chiamato Siria”, i testi e le storie raccolte dall’intellettuale in esilio che lotta contro il “regno del silenzio”
Finlandia punta sull’intelligenza artificiale “Vogliamo formare 1 milione di cittadini” Obiettivo: diventare eccellenza mondiale

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×