/ di

Domenico De Felice Domenico De Felice

Domenico De Felice

Medico, opinionista di sanità sociale

Sono nato a Milano il 14 luglio 1954, oculista in strutture pubbliche, private accreditate e private dal 1981 sempre a Milano.Nel 2003 ho deciso di fare uno studio statistico, insieme al Politecnico di Milano, sulle possibili complicanze di un intervento oculistico. Pubblico un primo articolo su Viscochirurgia della Fabiano Editore nel settembre 2003;  poi un secondo nel settembre 2008 sulla stessa rivista, cercando di spiegare che avevo trovato un metodo nuovo di controllo sanitario, non sulle cartelle cliniche, come fanno ora i Nuclei Operativi di Controllo, ma sui pazienti. Controllo inteso non come metodo coercitivo ma come certezza di onestà. I pazienti ne hanno il diritto, i medici il dovere. Nessuno sembra accorgersene. Le Istituzioni rimangono assenti. Da lì inizia la mia “battaglia” per contribuire allo sviluppo di una sanità “sana”. Pubblico due libri (Ci sarà un futuro? Una sanità migliore in un mondo miglioreCom’è andata a finire?), mi intervista anche Report nella trasmissione del 2 maggio 2010 “La prestazione”, a Current Tv nel luglio dello stesso anno ed in altre televisioni locali lombarde. Questa nuova avventura ha come obbiettivo una visione della “sanità orizzontale” in cui i pazienti, gli operatori sanitari e le Istituzioni preposte si pongano sullo stesso piano, ognuno nel proprio ruolo, in modo da abbattere la concezione di “sanità verticale” in cui sopra sta chi può, Istituzioni, primari, medici, infermieri ecc. e sotto chi deve, i pazienti. Questi concetti si equiparano a quelli di “società orizzontale” e “società verticale” che sono il perno dell’associazione  Sulle regole di Gherardo Colombo della quale mi onoro di far parte nel gruppo sanità. “Solo chi è così folle da pensare di cambiare il mondo lo cambia davvero” (M. Gandhi)

www.sanitasana.com

Blog di Domenico De Felice

Economia & Lobby - 3 dicembre 2017

Sanità Lombardia, i percorsi di cura sono il nuovo business?

Ho partecipato, sabato 18 novembre, alla presentazione dell’assessore alla sanità della Regione Lombardia Gallera presso il palazzo della Regione, dei “vantaggi del nuovo percorso di cura per il paziente cronico”. I punti positivi sono elencati nel libretto di presentazione: 1. Più qualità della vita; 2. Più personalizzazione delle cure; 3. Più accompagnamento. Io sono rimasto basito dalle […]
Società - 10 novembre 2017

Farmaci a domicilio, da tempo ne parlo. Ora Amazon è passato all’azione

Da tempo penso, ed ho scritto dalle righe di questo mio spazio, che i farmaci per la terapia cronica potrebbero essere direttamente consegnati a domicilio dallo Stato, o per accordo Stato-Regioni da esse, con un risparmio enorme di soldi pubblici. La garanzia del controllo della terapia potrebbe combinarsi con History Health che bloccherebbe direttamente l’approvvigionamento se non […]
Economia & Lobby - 27 ottobre 2017

Lombardia, giusta l’autonomia sulla sanità. A patto che i soldi restino ai cittadini

Domenica scorsa si sono svolti i referendum in Lombardia e Veneto per ottenere, come hanno detto i governatori, che i “nove decimi delle tasse restino nella nostra regione” in modo che le maggior risorse possano essere destinati ai rispettivi sistemi sanitari. Chi scrive si è recato al voto perché ritengo valida, nel rispetto della Costituzione, […]
Società - 11 ottobre 2017

Avastin-Lucentis, nuovo colpo di scena sui farmaci della discordia

In questi sei anni di collaborazione con ilfattoquotidiano.it spesso ho parlato di un caso senza soluzione: l’uso di un farmaco, il Lucentis, per via intravitreale nelle varie forme di degenerazione maculare. Già nel primo mio post ponevo il dubbio del perché curarne di meno pagando di più. Ricordo che l’Organizzazione Mondiale della Sanità si è espressa inserendo […]
Cronaca - 15 settembre 2017

Monza, prevale ancora la logica aziendale sulla salute dei pazienti

Sono di nuovo a parlare di malasanità intesa come utilizzo della professione medica per interesse privato. Non sono lontani dalla nostra mente il caso della clinica Santa Rita di Milano con la condanna definitiva del primario Brega Massone per “la fame di compensi e rimborsi regionali alla base di interventi chirurgici indebiti”. Non è lontano l’arresto per […]
Economia & Lobby - 25 agosto 2017

Sanità lombarda, non serve il gestore ma un medico di base h24

Dopo l’estate in Regione Lombardia dovrebbe partire il nuovo piano di assistenza individuale, come banco di prova per la nuova medicina di base. Secondo le parole della ministra Beatrice Lorenzin, la nuova medicina territoriale deve prevedere “interventi finalizzati ad un ricambio generazionale nell’ambito della medicina convenzionata, attraverso meccanismi volti a non interrompere l’assistenza sanitaria territoriale, quali […]
Società - 26 luglio 2017

Farmaci e interessi, risparmiare non conviene

Le aziende farmaceutiche e chi i farmaci li vendono non hanno risentito della crisi economica che coinvolge il mondo e l’Italia. Questo perché la filiera fa ricadere gli eventuali costi aggiuntivi a chi i farmaci deve assumerli per necessità. Occorrerebbe iniziare invece a pensare che è necessario risparmiare per evitare di creare sacche di persone […]
Società - 5 luglio 2017

Sanità e dati clinici, come difendere la privacy dei pazienti

Dalle carte della Procura di Parma sull’inchiesta che ha portato all’arresto di un luminare della terapia del dolore, il professor Guido Fanelli, emerge quanto siano importanti i dati sanitari come io dico da tempo. Annotano i carabinieri: “Scopo principale è di ottenere dati relativi ai pazienti in trattamento presso l’Ospedale di Parma in modo da poterli vendere alle case […]
Economia & Lobby - 25 giugno 2017

M5s, nel programma Salute molte parole e poche proposte

In questi anni ho conosciuto diversi esponenti del Movimento 5 Stelle. Ho ammirato il loro attaccamento alla realtà e la loro volontà di essere indipendenti solo dalla parte del cittadino. Spesso mi hanno ascoltato e sostenuto nelle mie lotte solo dalla parte dei pazienti. Per questo motivo quando ho letto con molta attenzione il programma […]
Diritti - 15 giugno 2017

Diritto alla salute, scritto sulla Carta ma tradito da produttività e profitto

La Costituzione italiana all’articolo 32 recita così: “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività e garantisce cure gratuite agli indigenti”. In realtà questo principio ha trovato attuazione solo 30 anni dopo quando, la legge 833 del 23 dicembre 1978, venne introdotto il Sistema sanitario nazionale basato sulla fiscalità generale. […]
Bitcoin, accetteresti uno stipendio in ‘moneta virtuale’?
Iscritti fasulli nei fondi pensione chiusi

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×