/ di

Marco Brando Marco Brando

Marco Brando

Giornalista e scrittore

Marco Brando è nato a Genova Sampierdarena nel 1958 (è quindi calcisticamente doriano, sebbene tendenzialmente agnostico su questo fronte e su altri più impegnativi) ed è cresciuto alla Spezia. Smaltito un relativamente fugace innamoramento per la Facoltà di Medicina in quel di Pavia, si è dedicato a Scienze politiche, quindi ha intrapreso – dal 1982 in poi – la carriera di giornalista. Ha cosi lavorato oltre 16 anni all’Unità, dove è diventato inviato e ha seguito, tra l’altro, tutta l’inchiesta “Mani Pulite”. Dopo altre esperienze professionali, nel 2000 è emigrato – controcorrente – dall’allora sedicente Padania alla Puglia, con l’apertura a Bari del dorso di cronaca pugliese del “Corriere della Sera”, il “Corriere del Mezzogiorno”. Per vendicarsi dell’accoglienza (benevola) riservatagli dai pugliesi, nel 2006 ha pubblicato il libro Sud Est. Vagabondaggi estivi di un settentrionale in Puglia (Palomar, Bari), con prefazione di Franco Cassano (il sociologo). Nel 2008 ha pubblicato Lo strano caso di Federico II di Svevia. Un mito medievale nella cultura di massa, con prefazione e postfazione di due medievisti, Raffaele Licinio e Franco Cardini (Palomar, Bari). Dall’aprile 2007 vive e lavora di nuovo a Milano, dove ha fatto il caporedattore centrale di City, quotidiano free press del gruppo Rcs. In seguito alla chiusura del quotidiano, da aprile 2012 a luglio 2018 è stato caposervizio del settimanale Nuovo di Cairo editore. Attualmente è un divulgatore di notizie relativamente obiettive, pensieri opinabili, battute sarcastiche e suggestioni varie. Poi si vedrà.

Qui c’è qualcosa su di lui

Blog di Marco Brando

Mondo - 20 settembre 2018

Rapporto Onu sui Rohingya, le pagine horror che l’Occidente non vuole leggere

Il rapporto dell’Onu sul genocidio in Myanmar della minoranza islamica birmana Rohingya (sono il 4%, accusati di essere “stranieri” col cattivo gusto di ribellarsi alle discriminazioni razziali) è stato reso pubblico ieri: 440 pagine degne di un film horror, con descrizioni e storie terrificanti. Sono frutto di un’indagine nel Paese asiatico, dove i buddhisti rappresentano […]
Politica - 13 settembre 2018

Orbàn e Salvini non sono nati sotto i cavoli. Le sanzioni all’Ungheria non risolvono i problemi della sinistra

Il Parlamento europeo ha approvato a grande maggioranza la relazione della rappresentante dei Verdi olandesi Judith Sargentini, che chiede al Consiglio europeo di attivare le sanzioni previste dall’articolo 7 del Trattato di Lisbona nei confronti del governo ungherese di Viktor Orbán (il gradasso che, tra l’altro, prende a calci i migranti, negando loro anche il […]
Diritti - 10 settembre 2018

Bari, 1924: quando l’Italia è stata orgogliosa di accogliere gli armeni

Chi sono gli armeni? Pochi lo sanno. Eppure soprattutto tra il 1915 e il 1918, in Anatolia, il governo ottomano dei «Giovani Turchi» ne trucidò almeno un milione e mezzo. Sono ancor meno gli italiani consapevoli del fatto che una colonia armena ebbe un suo “villaggio” a Bari. Non lo sanno neppure molti baresi. Di […]
Politica - 31 agosto 2018

Perché il populismo è diverso dalla democrazia

Pare che, secondo la tesi sostenuta da un importante uomo di governo, il popolo italiano abbia “caratteri puramente europei” che lo distinguono “completamente da tutte le razze extra-europee”. Poi: “Questo vuol dire elevare l’Italiano ad un ideale di superiore coscienza di se stesso e di maggiore responsabilità”. Un’affermazione razzista, tra molte altre. È stata capace […]
Politica - 22 agosto 2018

Da Mussolini a Salvini, il culto della personalità è un affare italiano

Il capostipite del culto della personalità all’italiana è stato il Duce: trasformò il suo movimento in una fabbrica del consenso. Era il Mussolini della “gente comune”, il “giustiziere” per conto del “popolo”, con la sua retorica sborona e aggressiva tipo “Spezzeremo le reni alla Grecia”, “Vincere e vinceremo” e bufale varie. Per contagiare la gente […]
Diritti - 14 agosto 2018

Sui nostri nonni che migrarono clandestinamente in Francia e Svizzera

C’è chi – preso dal razzismo usa-e-getta sdoganato da Salvini & c. – nega che l’emigrazione italiana sia stata un dramma paragonabile a quello dei migranti che arrivano oggi nel nostro Paese e nel resto d’Europa. Nega pure che molti dei nostri nonni e bisnonni siano emigrati clandestinamente. O sostiene che, se è accaduto, si […]
Cronaca - 7 agosto 2018

‘Questi immigrati ci tratteranno come un Paese conquistato’. Dicevano degli italiani nel 1893

Primo scenario Dodici braccianti africani, di cui sette regolari, sfruttati nei campi pugliesi di pomodori, sono morti vicino a Foggia nell’impatto tra un tir e un furgone illegale, malandato, stipato di uomini che tornavano dal lavoro nei campi. Solo sabato scorso, sempre nel Foggiano, altri quattro braccianti stranieri erano stati vittime di un frontale. Dietro, […]
Media & Regime - 2 agosto 2018

Come si diventa un (bravo) giornalista

Per esordire su questo blog, propongo il testo che ho scritto  per i bimbi delle elementari di Santeramo (Bari), su richiesta di Anna Maria Colonna, che ha realizzato il progetto “Scrivo, ri-scrivo, pubblico”, dedicato al giornalismo e al recupero della lingua italiana. Ciao bambini, mi chiamo Marco Brando e ho 60 anni. Sono nato a […]
Pedofilia, diocesi di Brooklyn paga 27,5 milioni di dollari per evitare processo: è l’indennità più alta mai assegnata
Migranti, Conte: “‘Serve un meccanismo di gestione europeo. Vogliamo ampia partecipazione a quote”

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×