/ di

Marco Brando Marco Brando

Marco Brando

Giornalista e scrittore

Marco Brando è nato a Genova Sampierdarena nel 1958 (è quindi calcisticamente doriano, sebbene tendenzialmente agnostico su questo fronte e su altri più impegnativi) ed è cresciuto alla Spezia. Smaltito un relativamente fugace innamoramento per la Facoltà di Medicina in quel di Pavia, si è dedicato a Scienze politiche, quindi ha intrapreso – dal 1982 in poi – la carriera di giornalista. Ha cosi lavorato oltre 16 anni all’Unità, dove è diventato inviato e ha seguito, tra l’altro, tutta l’inchiesta “Mani Pulite”. Dopo altre esperienze professionali, nel 2000 è emigrato – controcorrente – dall’allora sedicente Padania alla Puglia, con l’apertura a Bari del dorso di cronaca pugliese del “Corriere della Sera”, il “Corriere del Mezzogiorno”. Per vendicarsi dell’accoglienza (benevola) riservatagli dai pugliesi, nel 2006 ha pubblicato il libro Sud Est. Vagabondaggi estivi di un settentrionale in Puglia (Palomar, Bari), con prefazione di Franco Cassano (il sociologo). Nel 2008 ha pubblicato Lo strano caso di Federico II di Svevia. Un mito medievale nella cultura di massa, con prefazione e postfazione di due medievisti, Raffaele Licinio e Franco Cardini (Palomar, Bari). Dall’aprile 2007 vive e lavora di nuovo a Milano, dove ha fatto il caporedattore centrale di City, quotidiano free press del gruppo Rcs. In seguito alla chiusura del quotidiano, da aprile 2012 a luglio 2018 è stato caposervizio del settimanale Nuovo di Cairo editore. Attualmente è un divulgatore di notizie relativamente obiettive, pensieri opinabili, battute sarcastiche e suggestioni varie. Poi si vedrà.

Qui c’è qualcosa su di lui

Blog di Marco Brando

Politica - 12 novembre 2018

Decreto sicurezza, ora i mafiosi potranno ricomprarsi i beni confiscati

È sufficiente fare la voce grossa con i migranti, trasformati in un’emergenza che non c’è e in un capro espiatorio, e fingere che non esistano altri problemi per la sicurezza degli italiani. Così il ministro dell’Interno Matteo Salvini – leader della Lega di ultradestra e (vice)premier – è riuscito a fare approvare anche dai pentastellati […]
Politica - 5 novembre 2018

Governo M5s-Lega: ansia, rabbia e odio al potere. Un clima politico che ricorda qualcosa

La produzione industriale si è arenata, dopo tre anni di flebile crescita. L’economia è ferma, la Borsa trema e lo spread (la differenza di rendimento tra i titoli di Stato italiani e quelli tedeschi) è sempre più elevato, facendo lievitare il nostro già gigantesco debito pubblico. Aumentano di nuovo i disoccupati. Calano l’export e i […]
Zonaeuro - 27 ottobre 2018

Unione europea, Afd e Kurz contro l’Italia. La grande contraddizione del ‘nazionalpopulismo’

Anche la tedesca Alice Weidel non ci sta: ha bocciato gli alleati italiani, in particolare la Lega “denordizzata” (appena diventata ufficialmente un partito “sovranista”, dopo la tentazione salviniana di eliminare dal simbolo l’Alberto da Giussano di bossiana memoria). Ha detto: “Quella del governo italiano è una manovra folle. Perché dobbiamo pagare noi per gli italiani?”. Non è una […]
Politica - 20 ottobre 2018

Il M5s è d’accordo col razzismo della Lega? Gli indizi c’erano già

La vicenda di Lodi, con bambini di origine extracomunitaria esclusi dalla mensa scolastica; l’accanimento contro Riace, paese calabrese dove sono stati integrati i migranti; gli sberleffi nei confronti di chi naufraga; eccetera. Sono caratteristiche dell’alleanza Lega-M5s ed evocano una sola parola: razzismo. Ovviamente il campione è Matteo Salvini, leader della Lega, vicepremier e ministro dell’Interno. […]
Politica - 10 ottobre 2018

Di Maio è un contapalle come Renzi. Lo ‘dice’ pure Beppe Grillo

Le scarpe di Achille Lauro e le balle di #GigioContapalle Se c’è una costante nella Storia d’Italia è rappresentata dai Venditori di Pentole, dagli imbonitori un tanto al chilo, da chi la spara più grossa per un pugno di voti. La cosa straordinaria è che gli italiani ci cascano sempre. L’esperienza non li vaccina. Ci […]
Politica - 3 ottobre 2018

Quando i ministri fanno i capricci

Da quando un ‘bimbino’ che conosco bene (ha 2 anni e 8 mesi) va nella scuola d’infanzia (da una settimana scarsa), se la tira così tanto che è diventato pure permaloso: se, al ritorno, lo incrocio e gli chiedo “Com’è andata all’asilo?” ringhia “Non è asilo, è scuola!”. Rifiuta comunque di dirmi come sia andata, […]
Cultura - 26 settembre 2018

Gubbio, un festival sui barbari di una volta e su quelli di casa nostra

I “barbari” sono di attualità? Eccome. Per esempio, vengono citati da chi ritiene che l’origine di ogni male italiano – dalla pressione fiscale alla pressione alta – vada imputato ai migranti che giungono dal Nord Africa e dal Medio Oriente; tanto che si sente e si legge di “nuove invasioni barbariche”. Però nel maggio scorso […]
Mondo - 20 settembre 2018

Rapporto Onu sui Rohingya, le pagine horror che l’Occidente non vuole leggere

Il rapporto dell’Onu sul genocidio in Myanmar della minoranza islamica birmana Rohingya (sono il 4%, accusati di essere “stranieri” col cattivo gusto di ribellarsi alle discriminazioni razziali) è stato reso pubblico ieri: 440 pagine degne di un film horror, con descrizioni e storie terrificanti. Sono frutto di un’indagine nel Paese asiatico, dove i buddhisti rappresentano […]
Politica - 13 settembre 2018

Orbàn e Salvini non sono nati sotto i cavoli. Le sanzioni all’Ungheria non risolvono i problemi della sinistra

Il Parlamento europeo ha approvato a grande maggioranza la relazione della rappresentante dei Verdi olandesi Judith Sargentini, che chiede al Consiglio europeo di attivare le sanzioni previste dall’articolo 7 del Trattato di Lisbona nei confronti del governo ungherese di Viktor Orbán (il gradasso che, tra l’altro, prende a calci i migranti, negando loro anche il […]
Diritti - 10 settembre 2018

Bari, 1924: quando l’Italia è stata orgogliosa di accogliere gli armeni

Chi sono gli armeni? Pochi lo sanno. Eppure soprattutto tra il 1915 e il 1918, in Anatolia, il governo ottomano dei «Giovani Turchi» ne trucidò almeno un milione e mezzo. Sono ancor meno gli italiani consapevoli del fatto che una colonia armena ebbe un suo “villaggio” a Bari. Non lo sanno neppure molti baresi. Di […]
Gomez vs sindaco Casteldaccia: “Lei rinviato a giudizio per aver cancellato multe”. Scontro tra Di Giacinto e Di Pietro
Mattarella: “Libertà di stampa ha grande valore, leggo giornali che non condivido”. Fico: “Tutelata, ma serve indipendenza”

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×