/ di

Pierfranco Pellizzetti Pierfranco Pellizzetti

Pierfranco Pellizzetti

Saggista

Sono nato nel lontano 1947 in quel di Genova; dove ho fatto ritorno dopo un lungo peregrinare; alla ricerca di radici che, con il passare degli anni, sono diventate sempre più importanti. Scoprendomi d’un tratto d’accordo con Simone Weil: «il problema delle radici è che non te le puoi portare appresso». Borghese senza classe di appartenenza, liberale senza partito di riferimento, disperdo da sempre carte variegate su riviste e fogli della clandestinità. Ogni tanto le raccolgo in libretti che qualche amico legge e – magari – riesce pure a trovare di un qualche interesse (“Politica e Organizzazione”, “La politica dopo la politica”, “Italia disorganizzata”, “La Quarta via”, “Fenomenologia di Berlusconi”, “Liberista sarà lei!”, “Fenomenologia di Antonio Di Piero”, “Fenomenologia di M. Monti” e, buon ultimo, “Conflitto”). Da qualche tempo sono uscito dal cono d’ombra scrivendo su testate “ufficiali”: Il Fatto Quotidiano, MicroMega, Critica Liberale… Ho vagabondato tra consulenza e insegnamento (fino al 2012 insegnavo Politiche Globali nella Facoltà di Scienza della Formazione di Genova), sempre cercando di “vendere” le tecnologie relazionali e strategiche apprese dalla politica. Prima nella sinistra del PLI malagodiano, poi nel PRI e – in seguito ancora – nelle rappresentanze di categoria (ho fatto pure il piccolo imprenditore). Esperienze che presto mi hanno fatto maturare un giudizio critico, ormai moneta corrente: la politica quale l’abbiamo conosciuta è in profonda crisi. Eppure, senza di essa, siamo tutti spaventosamente disarmati. Da qui l’impegno nel dare un modesto contributo alla sua rifondazione.

Blog di Pierfranco Pellizzetti

Politica - 11 dicembre 2017

Pietro Grasso, bomber della sinistra? Semmai assomiglia a Rutelli

Come nei gialli di serie B, in cui l’assassino ritorna ancora una volta sul luogo del delitto. Clinicamente dicesi “coazione a ripetere”. Ossia il crimine politico ricorrente di mettere alla testa della propria coalizione un personaggio-civetta, scelto prevalentemente per ragioni di marketing (tipo aspetto, visibilità, telegenicità) ma anche (soprattutto?) per tacita sottomissione caratteriale alla guida […]
Politica - 1 dicembre 2017

La politica degli uomini della provvidenza, è in arrivo pure De Magistris?

Nella politica star-system, incentrata sulla comunicazione d’immagine, la soluzione di ogni problema si riduce a individuare l’uomo della provvidenza; alle cui doti taumaturgiche bisogna affidarsi ciecamente. Soprattutto in una fase pre-elettorale come quella attuale, con la sfilata in corso di personaggi e personaggetti tutti chiacchiere e egomania: Matteo Renzi, Luigi Di Maio, Piero Grasso, Matteo […]
Società - 26 novembre 2017

Junk food, junk music e junk skin. Le scelte dei nostri nerd

Una recente rilevazione dell’apprezzabilità segnala come le gerarchie giovanili italiane in materia di ruoli professionali attualmente privilegino la figura imperiosa dello chef (a riprova che la TV, con le sue trasmissioni sulle cucine più o meno da incubo, continua a colonizzare gli immaginari collettivi); mentre in passato le star risultavano disc-jockey e veline. Intanto quegli […]
Politica - 17 novembre 2017

Abbiamo un inno nazionale! Entusiasmo bipartisan per quello del ‘fratello’ Mameli

La mossa tanto attesa della Commissione Affari Costituzionali, che con ddl ufficializza definitivamente il riconoscimento de “il Canto degli Italiani” (vulgo “di Mameli”) quale inno nazionale, ha suscitato unanime entusiasmo nell’intera penisola; mentre un’ondata di spirito patriottico già spingeva fino a notte inoltrata larghi strati della popolazione a far risuonare sotto i mille campanili del […]
Politica - 14 novembre 2017

Pure Falcone e Montanari ‘se ne son ghiuti’… E se la Sinistra saltasse un giro?

Da qualche tempo convivo con un dubbio; esternato agli amici di Critica Liberale, con cui finisco sempre – come di prammatica – in disaccordo (secondo la costante per cui ogni liberale è convinto di essere l’unico vero liberale): alle prossime, imminenti, elezioni politiche non sarebbe meglio che la Sinistra si astenesse dal partecipare? Me lo […]
Politica - 12 novembre 2017

Svelato il mistero: gli sceneggiatori di Game of Thrones si sono ispirati a Renzi, Boschi e cinquestelle

I critici più attenti sono ormai concordi nell’ammettere il corposo debito contratto dalla serie televisiva “Il Trono di spade” (“Game of Thrones”) – prodotta dall’emittente televisiva statunitense HBO, a partire dal 2011 – nei confronti dell’attuale situazione politica italiana. Difatti quel suo clima cupo e minaccioso, in cui si succedono senza soluzione di continuità intrighi […]
Politica - 7 novembre 2017

Di Maio vs Renzi, i valorosi precedenti della disfida mancata

Di certo Massimo d’Azeglio e Alexandre Dumas padre saranno trasecolati, nella quiete dei loro sacelli, apprendendo il ritiro del guanto di sfida da parte di Luigi di Maio – al tempo stesso novello Ettore Fieramosca e D’Artagnan – lanciato e poi inopinatamente ritirato nei confronti di Matteo Renzi; a sua volta chiamato alla parte tanto […]
Zonaeuro - 30 ottobre 2017

Catalogna, nel cul di sacco spagnolo rischia di precipitare anche l’Unione europea

Come i non sempre benevoli interlocutori di questi miei post hanno sovente rimarcato, la situazione spagnola tende a infliggermi profonde lacerazioni dell’anima. Nello scontro in apparenza insanabile tra Madrid e Barcellona. La difficoltà tanto a parteggiare per uno dei contendenti come ad accettare le facili semplificazioni che ci vengono proposte di quello che accade in un […]
Politica - 27 ottobre 2017

La politica come il calcio: a fine legislatura segue retrocessione

Come volevasi dimostrare: il fine partita dell’attuale legislatura si accompagna all’azzeramento di ogni plausibile speranza nella fuoriuscita in positivo dall’interminabile crisi di Seconda Repubblica. Per l’evidente deficit di credibilità dei giocatori in campo. E qui non si tratta soltanto delle 529 casacche 529 che sono state cambiate da peones e simil-leader dal 2013 a oggi; […]
Media & Regime - 19 ottobre 2017

Dal rock al rap, ora i ‘ribelli’ sono tatuati e senza futuro

Credo proprio che in me si annidi una forte vis autolesionistica se – dopo essermi preso l’altr’anno una sonora fischiata dai visitatori di questo blog, imbufaliti per il mio commento severo a uno dei più risibili e ruffiani premi Nobel alla letteratura; quale quello a Bob Dylan, alla sua voce querula e ai suoi temini […]
Etruria, Salvini vs Migliore: “Audizione Ghizzoni? Il Pd non lo ha mai chiesto”. “Non ci siamo opposti”
Etruria, Di Pietro a Migliore: “Boschi perderà la causa civile e pagherà anche le spese legali di de Bortoli”

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×