/ di

Mauro Armanino Mauro Armanino

Mauro Armanino

Missionario, dottore in antropologia culturale ed etnologia

Nato a Chiavari nel 1952. Già operaio e sindacalista della FLM a Casarza Ligure. Volontario in Costa d’Avorio, sostitutivo del servizio militare. Poi ordinato prete missionario presso la Società delle Missioni Africane di Genova. Sono stato cappellano dei giovani in Costa d’Avorio fino al 1990. Dopo alcuni anni a Cordoba in Argentina sono partito in Liberia per sette anni. Ho conosciuto la guerra e i campi di rifugiati. Al ritorno da questa esperienza sono rimasto in centro storico a Genova coi migranti e ho operato come volontario nel carcere di Marassi per gli stranieri di origine africana. Da oltre due anni mi trovo in Niger per un servizio ai migranti e nella formazione. Sono stati pubblicati alcuni miei libri dalla EMI, l’editrice missionaria (Isabelle, 5 nomi per dire Liberia, La storia si fa coi piedi). Con l’editrice Gammarò di Sestri Levante è uscito il libro-tesi La storia perduta e ritrovata dei migranti, per Hermatena (Bologna) ho pubblicato La nave di sabbia. Migranti, pirati e cercatori nel Sahel, Nomi di vento, La città sommersa. Il mondo altro dei migranti… i minatori del mare.

Blog di Mauro Armanino

Società - 23 Aprile 2019

Notre-Dame, nel Sahel ci sono cattedrali che bruciano ogni giorno

Le vere cattedrali sono di sabbia. Nulla a che vedere con quella di Parigi, messa su di pietra e di secoli che fingono di non passare invano. Re, principi, papi, imperatori, gente comune, affaristi, fedeli, spettatori e banchieri, tutti sono entrati dalla stessa porta d’ingresso. Nessuna cattedrale, malgrado le velleità di eternità, è destinata a […]
Mondo - 7 Aprile 2019

Bless, l’ex bambino soldato che ora combatte per una battaglia giusta

Era tra le centinaia di bambini soldato che Charles Taylor aveva usato per rovesciare il regime di Samuel Doe in Liberia. Bless aveva combattuto per anni una battaglia sbagliata. Nato a Buchanan in Liberia e persi presto i genitori, Bless si rifugia in Nigeria nel 97 pensando di lasciare la guerra dietro di sé. Invece […]
Mondo - 24 Marzo 2019

Niger, portare il mare nel Sahel? Come non averci pensato prima

Come non averci pensato prima. Eppure il nome avrebbe dovuto aiutare, da tempo, a rendere l’operazione non solo possibile ma auspicabile. Portare il mare nel Sahel, nome che significa riva: di fiumi, laghi e soprattutto del mare. Era elementare e, come sempre accade in questi casi, bastava pensarci e soprattutto crederci, come nelle migliori invenzioni. […]
Mondo - 10 Marzo 2019

La storia di Jackson, un acrobata nel Sahel

A 13 anni ha vissuto la sua prima acrobazia. La guerra in Liberia del ’92 l’ha fatto fuggire con la famiglia in Costa d’Avorio e poi in Ghana. Durante il soggiorno nel campo profughi di Accra nel Ghana ha scoperto la sua vocazione di artista funambolo che avrebbe poi perfezionato col tempo nelle vicende della […]
Mondo - 24 Febbraio 2019

Il muro di Berlino è caduto, ma ne restano in piedi altri 77. L’ultimo è qui, nel Sahel

Quando quello di Berlino cadeva a pezzi, per i collezionisti erano giusto 15. Alla fine della seconda guerra mondiale i muri recensiti erano appena sette. Dal 1989 ai nostri giorni i muri ufficiali sono, secondo la geografa Elisabeth Vallet, almeno 77. Un numero già surclassato in conseguenza dei prossimi avvenimenti nelle geopolitiche mondiali. Quello di […]
Mondo - 10 Febbraio 2019

Corruzione, i rapporti parlano dei pesci piccoli. E i grandi corruttori restano con le mani pulite

Ci risiamo. Nell’Indice sulla percezione della corruzione del 2018, pubblicato qualche giorno fa da Transparency International, in Niger ci troviamo al numero 114 su 180 iscritti. Due punti persi rispetto all’anno precedente quando abitavamo la casella numero 112. Inezie se paragonati alla Somalia, prima in ordine inverso, o altri Paesi in via di corruzione. Quanto […]
Mondo - 27 Gennaio 2019

Niger, la storia di uno dei 60mila bambini che portano acqua e freschezza nella casa di sabbia

E’ nato in Libia da una madre che ha cercato di togliersi la vita dopo il parto. Salvata da un miracolo di passaggio l’ha in seguito chiamato Bilal perché è nato al settimo mese. Salvato dalle acque, del mare Mediterraneo porta solo l’allusione. Bilal è un nome arabo che significa ‘acqua e freschezza’. Sua madre […]
Mondo - 13 Gennaio 2019

Niger, le sparizioni forzate non sono nuove qui. Comprese quelle degli invisibili

Anche Luca Tacchetto, con l’amica Edith, la macchina e il presunto invito a cena, è sparito nel vicino Burkina Faso da quasi un mese. Quanto a Pierluigi Maccalli i mesi passati dalla sua sparizione dal Niger sono ormai quattro. Di loro non è difficile ricordare i nomi. Più complicato è invece conoscerli per le 15 […]
Società - 30 Dicembre 2018

Basta lottare contro la povertà. Combattiamo la ricchezza

Anno nuovo vita nuova. Un detto del tutto inconsistente se messo in relazione alle contraddizioni del Sahel, terreno di caccia per imprese umanitarie in cerca di bottino. Proprio come le grandi agenzie di riproduzione del sistema che hanno volgarizzato da anni il dogma samaritano della “lotta alla povertà”. Presentata come l’unica e definitiva battaglia che […]
Mondo - 16 Dicembre 2018

Niger, le medaglie di sabbia del Paese più adolescente del mondo

La seconda medaglia storica ai giochi olimpici di Rio del 2016 è d’argento. In continuità con la lotta tradizionale nigerina il giovane Alfaga Abdoulrazak è arrivato in finale nella specialità di taekwondo. Si è guadagnato l’argento e meritatamente gli onori di casa. È diventato da allora un modello per i giovani nigerini, abituati a vedere […]
Lavorare dalle 9 di mattina alle 9 di sera non vi renderà persone di successo
E per fortuna ch’er Colosseo nun po’ brucià ch’è de coccio!

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×