/ / di

Mauro Armanino Mauro Armanino

Mauro Armanino

Missionario, dottore in antropologia culturale ed etnologia

Nato a Chiavari nel 1952. Già operaio e sindacalista della FLM a Casarza Ligure. Volontario in Costa d’Avorio, sostitutivo del servizio militare. Poi ordinato prete missionario presso la Società delle Missioni Africane di Genova. Sono stato cappellano dei giovani in Costa d’Avorio fino al 1990. Dopo alcuni anni a Cordoba in Argentina sono partito in Liberia per sette anni. Ho conosciuto la guerra e i campi di rifugiati. Al ritorno da questa esperienza sono rimasto in centro storico a Genova coi migranti e ho operato come volontario nel carcere di Marassi per gli stranieri di origine africana. Da oltre due anni mi trovo in Niger per un servizio ai migranti e nella formazione. Sono stati pubblicati alcuni miei libri dalla EMI, l’editrice missionaria (Isabelle, 5 nomi per dire Liberia, La storia si fa coi piedi). Con l’editrice Gammarò di Sestri Levante è uscito il libro-tesi La storia perduta e ritrovata dei migranti, per Hermatena (Bologna) ho pubblicato La nave di sabbia. Migranti, pirati e cercatori nel Sahel, Nomi di vento, La città sommersa. Il mondo altro dei migranti… i minatori del mare.

Blog di Mauro Armanino

Mondo - 12 novembre 2017

Viva la mobilità. Ma quella dall’Africa è a senso unico

Riconosciamo che per Giuseppe Verdi sarebbe stato difficile immaginare il seguito. Era appena il 1851 quando nel suo Rigoletto appare il noto pezzo cantato “La donna è mobile”. In realtà l’emigrazione italiana era già consistente. Nello stesso anno dell’opera di Verdi si realizza un censimento in Francia che annovera gli italiani tra il gruppo di […]
Società - 29 ottobre 2017

Sahel, come soffia il vento del deserto

Puntuale come un orologio svizzero. L’Harmattan, il vento del deserto, ha cominciato a soffiare sulla polvere del Sahel. Caldo di giorno e fresco o freddo la notte. Un vento irregolare, locale, che setaccia il deserto e porta con sé quanto rimane della sabbia. Una polvere fine che si accomoda ovunque senza essere stata invitata. Per […]
Mondo - 15 ottobre 2017

Le migrazioni sono il regalo che offriamo all’Occidente

Il carrozzone va avanti da sé, con le regine, i suoi fanti, i suoi re… (Renato Zero, 1979) Il re è quello di denari, come sempre quando l’umanitario sostituisce la giustizia e l’etica. I migranti sono i fanti, quelli da affondare, da trincea, da intervista, da fondi fiduciari per i progetti umanitari e per le ong […]
Mondo - 1 ottobre 2017

Migranti d’altro mondo, siamo noi quelli che non si fermano mai

Siamo noi, che non ci fermiamo mai e veniamo per dipingere le vostre panchine metalliche di color arcobaleno. Arriviamo per piantare alberi lungo le strade e fiori nel mare. Tracciamo sentieri nel deserto dove nessuno era mai passato prima. Raccogliamo sassi e ne facciamo pani da cuocere al forno per quelli che arriveranno in ritardo. […]
Diritti - 17 settembre 2017

Sahel, fronti come frontiere: prove di militarizzazione coloniale

Le frontiere stanno tutte nelle nostre teste. Non esistono frontiere “naturali” da assumere come confini di stato. Sono i rapporti di forza che generano, disegnano e riproducono le frontirere. Le politiche transitano sulle frontiere che si armano, si trasformano in trincee, gabbie e talvolta in cimiteri senza croci. Le frontiere fanno la storia e la […]
Mondo - 4 settembre 2017

Festa della Tabaski, se l’Islam immola animali come l’Occidente sacrifica migranti

Come sempre, i prezzi degli animali sono aumentati. La festa della Tabaski quest’anno è stata celebrata di sabato. Il sacrificio annunciato e poi sventato di Ismaele ad opera di Abramo si ripete ogni anno con le medesime modalità. Solo i prezzi variano a seconda degli anni, delle congiunture e delle mancate ordinanze municipali. Tutto è pronto […]
Mondo - 20 agosto 2017

Niger: espulsi, detenuti e venduti. Un venerdì qualunque per i migranti

Barry non aveva mai lavorato in un cantiere. Ora cammina a stento per la ferita che l’accompagna da quel giorno. Un chiodo è bastato per mettere fine alla sua permanenza in Algeria. I suoi connazionali l’hanno portato in ospedale per le prime cure. Un banale infortunio sul lavoro costituisce, per un ‘irregolare’,  come una condanna […]
Mondo - 6 agosto 2017

Migranti, quanti Gabriele si salvano con un Neymar?

La polizia l’ha trovato in una strada del quartiere Dan Gao di Niamey. Lui, nato da qualche settimana, un pacco di pannolini con un abito di ricambio, era stato abbandonato nei pressi di una clinica privata. Il nome Gabriele gli è stato dato per la circostanza, nell’orfanotrofio dove la polizia l’ha portato. Un migrante improvvisato, per un […]
Mondo - 23 luglio 2017

Migranti, la gloria e le frontiere nel deserto dei Tartari

Fu più facile del previsto. Vendere le frontiere divenne un gioco da deserto. Perché no, in fondo ognuno offre ciò che può essere appetibile per il mercato. C’è chi vende oro, uranio e petrolio. Altri vendono pesci o, in cambio, le licenze di pesca per chi ha i mezzi per farlo. Ed è così che […]
Mondo - 9 luglio 2017

Niger, la mattina che caddero i muri

Era di domenica mattina. E quando gli occhi si risvegliarono i muri non c’erano più. Occupanti, stranieri e comuni cittadini di periferia infine videro. Il muro negli occhi era crollato d’improvviso, senza rumore e senza testimoni. Una caduta repentina, non preparata o sperata. Il merito era tutto loro. Gli occhi dei bambini verniciati di fresco […]
Isis, scoperte fosse comuni in Iraq con oltre 400 persone uccise dai jihadisti
Russiagate, Trump: “Credo a Putin, nessuna interferenza nelle elezioni”. Poi si corregge: “Credo anche alla Cia”

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×