Nell’informativa dei carabinieri c’è anche un finanziamento da 150mila euro all Fondazione Eyu, presieduta da Francesco Bonifazi. “Infatti – scrivono gli investigatori– nella giornata del 21 febbraio 2018, precedente a tale conversazione, Talone (commercialista di Parnasi ndr) ha svariati contatti con Domenico Petrolo del Dipartimento di Cultura del Partito democratico nonché responsabile relazioni esterne e fund-raising della Fondazione Eyu”. Petrolo chiede a Talone se ha visto i contratti. Questa è la sintesi della telefonata fatta dai Carabinieri: “Talone gli dice che nella pianificazione di tutte le società, l’Iva non l’aveva considerata per cui deve calcolare altri 50 mila euro, per cui gli importi che lui gli ha menzionati erano già comprensivi di Iva, Domenico gli dice di farne uno di 150 più Iva e l’altro di 50 più Iva, Gianluca gli dice che va bene”. In serata Talone dice che “domani mattina gli mandano i contratti firmati e seguita chiedendogli se doveva fare 150 e 100 più Iva. Domenico Petrolo risponde di sì”. A questo punto Petrolo fa un discorso strano “dicendogli di non preoccuparsi perché essendo cambiato lo schema da donazione dove l’Iva non c’è a … ovviamente cambia tutto”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Stadio Roma, Bisignani tra gli indagati: “Concorso in tentata corruzione”. Nell’inchiesta anche Ciocchetti

prev
Articolo Successivo

Camerino, scoperti 120 casi di contributi illeciti per un alloggio dopo il terremoto

next