Mancano pochi giorni e le urne per le elezioni europee saranno aperte. Dal 23 al 26 maggio i cittadini dei 28 Stati membri dell’Unione europea saranno chiamati alle urne per rinnovare i rappresentanti del Parlamento di Bruxelles. In Italia si voterà il 26 maggio dalle 7 del mattino alle 23, mentre in altri Stati, come Regno Unito e Paesi Bassi si potrà scegliere già giovedì 23. L’Europarlamento è l’unica istituzione i cui membri sono eletti con suffragio universale diretto ogni cinque anni. L’Italia è chiamata a eleggere 73 europarlamentari (che diventeranno 76 se e quando il Regno Unito uscirà davvero dall’Unione). Tutti i candidati di tutte le circoscrizioni potete trovarli a questi link: Nord-Ovest, Nord-Est, Centro, Sud, Isole.

Discorso diverso per gli altri organismi europei, come la Commissione e il Consiglio, composti da delegati dei Governi oppure da membri di diritto. Anche le funzioni sono diverse. Ogni istituzione ha dei precisi compiti e alcune dipendono l’una dall’altra per prendere decisioni. Ma vediamo le principali nel dettaglio.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Puglia, assessore Pd sostiene Lega alle Europee: verso mozione di sfiducia di tutto il gruppo consiliare democratico

prev
Articolo Successivo

Europee, a Milano la reunion di Renzi e Calenda. I due all’attacco di Lega e M5s: “Ora di restituire ceffoni”

next