Toscana

Indagati, condannati, prescritti

Empoli, uninominali Camera – Luca Lotti (centrosinistra)
Indagato per rilevazione di segreti d’ufficio nell’inchiesta Consip

Pistoia-Massa-Lucca, plurinominali Camera – Angelo Zubbani (Insieme)
Ex sindaco di Carrara, imputato per il buco dei derivati del Comune, imputato per la concessione di alcune spiagge, indagato con varie accuse per i varchi di soccorso al mare, indagato per l’apertura abusiva di luoghi pubblici

Aggiornato da Redazione web il 27 marzo 2018

Hanno detto, hanno fatto

Livorno, uninominali Camera – Lorenzo Gasperini (centrodestra)
In una presa di posizione in difesa del leader di CasaPound Simone Di Stefano scrisse: “Verrà il momento delle armi”.

Arezzo, uninominali Camera – Marco Donati (centrosinistra)
Citato negli atti dell’inchiesta Consip. Secondo gli inquirenti è lui che procura il pass per entrare alla Camera per Carlo Russo, imprenditore indagato con Tiziano Renzi

Lucca, uninominali Camera – Piero Landi (M5s)
Massone, ha chiesto di uscire dalla loggia Francesco Burlamacchi nel gennaio 2018. Espulso dal Movimento per aver violato l’articolo 6 del nuovo Regolamento, che vieta la candidatura di persone iscritte ad associazioni massoniche.

Empoli, uninominali Camera – Renato Scalia (M5s)
Si era candidato alle Comunali di Firenze con la lista Nardella Sindaco

Siena, uninominali Camera – Leonardo Franci (M5s) 
Tesserato con la Lega, per due volte ha corso con il centrodestra

Firenze, uninominali Senato – Nicola Cecchi (M5s)
Ex renziano del Pd fino al 2016

INDIETRO

Elezioni – La guida per un voto consapevole: 146 tra indagati, condannati, prescritti (vince il centrodestra). 39 voltagabbana (vince il centrosinistra). Eccoli divisi per nome e per regione

AVANTI
close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Elezioni, Salvini: “Elsa lesbica in Frozen? Preparano mondo al contrario. Voglio intervenire prima”

prev
Articolo Successivo

Conti pubblici, l’analisi di Cottarelli su costi e coperture dei programmi dei partiti. E gli effetti sul debito

next