Emilia Romagna

Indagati, condannati, prescritti

Bologna, uninominale Camera – Nunzia De Girolamo (centrodestra)
Imputata per associazione a delinquere, concussione e voto di scambio in un’inchiesta sull’Asl di Benevento

Fidenza, uninominale Camera – Giovanni Battista Tombolato (centrodestra)
Ha patteggiato 11 mesi per falso in atto pubblico per le firme false alle Comunali del 2012

Ravenna, uninominale Senato – Massimiliano Alberghini (centrodestra)
Imputato per esercizio abusivo della professione (secondo i pm faceva da prestanome a un commercialista)

Forlì-Cesena-Rimini, Plurinominali Camera – Galeazzo Bignami (Forza Italia)
Imputato nel processo sui rimborsi della Regione Emilia Romagna. Corre nel proporzionale nel collegio Parma-Piacenza-Reggio

Forlì-Cesena-Rimini, Plurinominali Camera – Gioenzo Renzi (Fratelli d’Italia)
Imputato nel processo sui rimborsi della Regione Emilia Romagna

Imola-Bologna, Plurinominali Camera – Alessandro Nanni Costa (Civica Popolare)
Condannato dalla Corte dei Conti per 78mila euro per alcune consulenze da presidente del Centro nazionale trapianti

Ferrara-Modena, Plurinominali Camera -Vittorio Sgarbi (Forza Italia)
Una condanna definitiva per truffa ai danni dello Stato (assenteismo alla soprintendenza), una in primo grado per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale. Corre anche in Campania

Modena-Reggio-Parma-Piacenza, plurinominali Senato – Paolo Romani (Forza Italia)
Condanna definitiva a un anno e quattro mesi per peculato: da assessore a Monza faceva usare il cellulare alla figlia, per una spesa di oltre 9mila euro. La Corte d’Appello deve solo ricalcolare la pena. Corre anche in Lombardia

Tutti i collegi, plurinominali Senato – Lucia Borgonzoni (Lega)
Imputata per appropriazione indebita di 700 euro della Lega.

Tutti i collegi, plurinominali Senato – Mauro Ioli (Noi con l’Italia)
Imputato per falso in bilancio come ex amministratore della Banca Carim

Modena-Reggio-Parma-Piacenza, plurinominali Senato – Enrico Aimi (Forza Italia)
Imputato nel processo sui rimborsi della Regione Emilia Romagna

Voltagabbana

Rimini, uninominale Camera – Sergio Pizzolante (centrosinistra)
Per tre volte parlamentare del Pdl

Modena, uninominale Camera – Ylenja Lucaselli (centrodestra)
Aveva corso nelle liste del Pd in sostegno di Nichi Vendola. Corre anche come capolista nei 4 collegi proporzionali dell’Emilia Romagna con Fratelli d’Italia

Modena, uninominale Camera – Beatrice Lorenzin (centrosinistra)
Ministra della Salute, iscritta in Forza Italia dal 1996. Del partito di Berlusconi è stata leader del movimento giovanile. Dal 2013 in Alternativa Popolare. Ora è leader di Civica Popolare, lista centrista nel centrosinistra.

Bologna, uninominale Senato – Pierferdinando Casini (centrosinistra)
Eletto per la prima volta nel 1983 con la Dc, è stato leader del Ccd e dell’Udc, partiti che hanno sostenuto il centrodestra fino al 2006. Dal 2001 al 2006 è stato presidente della Camera, eletto da una maggioranza di centrodestra.

Hanno detto, hanno fatto

Cento, uninominale Camera – Stefano Vaccari (centrosinistra)
I carabinieri di Modena segnalarono tra 2015 e 2016 i contatti tra l’allora senatore della commissione Antimafia Vaccari e il sindaco di Finale Emilia Fernando Ferioli preoccupato per l’eventuale ipotesi di scioglimento del Comune per infiltrazioni mafiose. Il Comune non fu sciolto.

Ravenna, uninominale Camera – David Zanforlini (M5s)
Massone in sonno. Ha detto: “Mi devono uccidere per farmi rinunciare”. Espulso dal Movimento per aver violato l’articolo 6 del nuovo Regolamento grillino, che vieta la candidatura di persone iscritte ad associazioni massoniche.

Rimini, uninominale Camera – Giulia Sarti (M5s)
Coinvolta nel caso rimborsi al fondo Pmi (corre anche nel proporzionale nel collegio Forlì-Cesena-Rimini). Si è autosospesa

Bologna-Ferrara-Ravenna-Rimini, plurinominali Senato – Elisa Bulgarelli (M5s)
Coinvolta nel caso rimborsi al fondo Pmi. E’ stata espulsa dal Movimento ma resta candidata

Imola-Bologna, Plurinominali Camera – Gianni Tonelli – Fratelli d’Italia 
Dal 2014 capo del sindacato di polizia Sap, ha più volte insultato Stefano Cucchi e Federico Aldrovandi

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Elezioni, Salvini: “Elsa lesbica in Frozen? Preparano mondo al contrario. Voglio intervenire prima”

next