Guerra Russia-Ucraina, la diretta – Mosca annuncia il cessate il fuoco dalle 8 di domani. Conclusi i colloqui negoziali. Ancora missili su Kiev: “I tank russi sono alla periferia della capitale”

Corridoi umanitari per l'evacuazione dei civili da Kiev, Chernihiv, Sumy, Kharkiv e Mariupol. L'Onu: "Aprire un passaggio sicuro per gli aiuti umanitari". Terminato il terzo round di negoziati, la delegazione ucraina: "Piccoli sviluppi positivi". Il sindaco di Irpin: "Il 70% della città è occupato"

Aggiornato: 14:57

I fatti più importanti

  • 23:59

    Bbc: “Forti esplosioni a Odessa”

    Forti esplosioni sono state udite questa sera nella città portuale di Odessa, obiettivo dell’avanzata dei russi sulla costa del Mar Nero. Lo riferisce il corrispondente della Bbc. “Abbiamo appena sentito tre o quattro forti esplosioni provenire da ovest. Ci è stato detto che era il sistema di difesa ucraino che abbatteva i missili russi in arrivo lanciati da una delle numerose navi da guerra situate al largo della costa qui”. Questa mattina la marina militare ucraina ad Odessa aveva annunciato di aver colpito una nave russa provocando danni significativi.

  • 23:58

    Zelensky: “Insisteremo coi negoziati fino alla pace”

    “Oggi si è svolto il terzo round di negoziati in Bielorussia, vorrei dire il terzo e l’ultimo, ma siamo realisti. Pertanto, parleremo, insisteremo sui negoziati finché non troveremo un modo per dire al nostro popolo “è così che arriveremo alla pace””, ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky nel video pubblicato su Facebook, accusando i russi di aver violato l’accordo sui corridoi umanitari.

  • 23:24

    Pentagono: “La colonna di mezzi russi fuori Kiev è bloccata”

    Il grande convoglio militare russo fuori Kiev è “ancora in stallo, è ancora bloccato”. Lo ha detto il portavoce del Pentagono John Kirby nel briefing di oggi con la stampa. “Non valutiamo che nel corso del fine settimana che abbia fatto progressi”, ha aggiunto. Le forze di Mosca, secondo gli Usa, non stanno per prendere la capitale: ci sono “pesanti combattimenti” fuori Kharkiv e “stanno ancora tentando di accerchiare” la città di Chernihiv, nel Nord.

  • 23:04

    Canale di comunicazione Russia-Ucraina per le evacuazioni

    Russia e Ucraina stabiliranno un sistema di comunicazione “per lo scambio reciproco di informazioni sulla preparazione e messa in atto dell’evacuazione dei civili e dei cittadini stranieri”. Lo ha dichiarato in una nota il quartier generale dell’Agenzia russa di coordinamento per il soccorso umanitario, citata da Interfax, a proposito del cessate il fuoco per l’apertura dei corridoi umanitari concordato a partire dalle 8 di domani mattina. 

  • 22:47

    Zelensky: “Resto a Kiev, Russia apre i corridoi solo per fare scena”

    “Resto a Kiev, a Bankova (il palazzo della presidenza ucraina, ndr) quanto serve per vincere questa guerra. Non mi nascondo e non ho paura di nessuno”. Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un nuovo video pubblicato su Facebook. “Al sud del Paese abbiamo visto una quantità di “ucrainità” mai vista prima. Hanno colpito un vecchio panificio, una chiesa dell’800. Perché? I corridoi umanitari li mantengono solo nella direzione del loro Paese per poche decine di persone. Perché? Solo per fare scena, per farli riprendere dalle telecamere e dire come hanno salvato la popolazione. Che cinismo”, ha detto, riferendosi all’esercito russo.

     

  • 22:34

    Usa: “Cento rifugiati ucraini al minuto attraversano confine Polonia”

    Cento rifugiati ucraini ogni minuto attraversano il confine con la Polonia. A fornire la stima è l’ambasciatrice Usa all’Onu Linda Thomas-Greenfield. “È chiaro che Putin abbia un piano per distruggere e terrorizzare l’Ucraina”, ha dichiarato, dicendosi “indignata per l’aumento degli attacchi di Mosca sui civili” e preoccupata “per la condizione della popolazione, in particolare donne e ragazze che sono più a rischio violenza di genere, comunità Lgbtqi, così come anziani e persone con disabilità. Chiediamo anche che siano protetti tutti i bambini vulnerabili, compresi quelli non accompagnati”, ha affermato Thomas-Greenfield. “I bambini non dovrebbero mai, mai essere coinvolti nelle guerre, punto”.

  • 22:23

    Putin: “Non invierò in Ucraina militari di leva e riservisti”

    Il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato che solo i soldati professionisti, né riservisti, né sostituti, né militari di leva, parteciperanno alle operazioni militari in Ucraina. “Voglio sottolineare che i coscritti non partecipano e non prenderanno parte alle ostilità e che non ci saranno convocazioni per i riservisti. Solo il personale militare professionista può risolvere i compiti assegnati”, ha detto Putin in un messaggio per la giornata della donna pubblicato dal Cremlino.
    In un messaggio rivolto alle madri, mogli, sorelle e fidanzate dei militari russi, Putin ha espresso la sua fiducia che questi soldati, “che in questo momento stanno difendendo la Russia sul campo di battaglia in un’operazione militare speciale”, “garantiranno in modo affidabile la sicurezza e la pace del popolo russo”. Putin ha inoltre annunciato un nuovo sussidio per le famiglie con redditi più bassi e che hanno figli tra gli 8 ei 16 anni e ha ricordato che la Federazione “fornisce già contributi mensili per le donne incinte e le famiglie a basso reddito con bambini fino a sette anni”, nonché per le persone che allevano da sole minori di età compresa tra gli 8 e i 16 anni. “Lo Stato farà tutto il possibile per sostenere le famiglie. Questa è la nostra priorità assoluta”, ha sottolineato.

  • 22:14

    Colloquio Di Maio-Guterres su evacuazioni civili

    Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha avuto questa sera un “cordiale” colloquio telefonico sulla crisi ucraina con il segretario generale delle Nazioni unite Antonio Guterres, nel corso del quale sono stati riaffermati i cardini della posizione italiana. Il ministro ha assicurato “il pieno sostegno dell’Italia alle iniziative e all’azione dell’Onu, anzitutto sul versante umanitario, evidenziando l’esigenza prioritaria di una tregua per consentire l’evacuazione dei civili e per l’apertura di corridoi umanitari, anche in attuazione di quanto richiesto con voce coesa dalla comunità internazionale in base alla risoluzione adottata il 2 marzo dall’assemblea generale con 141 voti a favore, 5 contrari e 35 astensioni. Il ministro e il segretario generale hanno discusso dei margini di mediazione che le Nazioni unite e altri attori possono avere per contribuire a una rapida soluzione del conflitto”, rende noto la Farnesina.

  • 22:07

    Cessate il fuoco per corridoi umanitari dalle 8 di domani mattina

    La Russia ha annunciato un cessate il fuoco per permettere corridoi umanitari in Ucraina dalle 9 di domani mattina (le 8 in Italia) per l’evacuazione dei civili da Kiev, Chernihiv, Sumy, Kharkiv e Mariupol. Lo ha dichiarato il Quartier generale di coordinamento interdipartimentale di Mosca, citato dall’agenzia statale Tass. I corridoi umanitari erano già stati annunciati stamani, ma poi non sono stati messi in atto con accuse reciproche di sabotaggio.

  • 21:59

    La Russia minaccia di interrompere il Nord Stream 1

    La Russia ha apertamente minacciato di interrompere le forniture di gas naturale attraverso il gasdotto Nord Stream 1. Lo ha detto il vice premier russo Alexander Novak alla televisione di Stato.

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono state modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui