Il Provincellum (cioè Italicum e Mattarellum shakerati)
Dario Parrini - Segretario Pd della Toscana
Proposte di alternativa arrivano anche dai renziani puri, come Dario Parrini, deputato e segretario regionale del Pd in Toscana. Si mantengono i cardini dell’Italicum: ballottaggio e premio di maggioranza. Ma cambia il sistema di assegnazione dei seggi. Infatti non ci sono né preferenze né, di conseguenza, capilista bloccati, ma i collegi sono piccoli, anzi piccolissimi, come ai tempi del Mattarellum: 618 collegi e non 100 come quelli dell’Italicum. In ogni collegio ogni lista presenta un solo candidato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Legge elettorale, “fare presto”? No: Pd, M5s e Forza Italia rinviano tutto a fine gennaio: “Aspettare la Consulta”

next
Articolo Successivo

Campidoglio, revisori bocciano il bilancio previsionale: “Sottostimati i debiti fuori bilancio”. Pd: “Prima volta nella storia”

next