Democratellum
Danilo Toninelli, tra gli "esperti" di leggi elettorali nel M5s
I Cinquestelle hanno da tempo depositato una proposta di legge proporzionale, con collegi intermedi, soglie di sbarramento e preferenze, sia positive che negative. E’ simile – non uguale – al sistema spagnolo che però si basa sul metodo d’Hondt, ritenuto finora quasi infallibile, una sorta di panacea. E invece – anche qui la storia recente viene in soccorso – la Spagna vive una paralisi simile a quella greca perché tutti i partiti rifiutano larghe intese: attualmente Madrid ha un governo in ordinaria amministrazione dal dicembre scorso (quasi 9 mesi). E salvo colpi di scena il Paese tornerà alle urne a dicembre per la terza volta in un anno.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Legge elettorale, “fare presto”? No: Pd, M5s e Forza Italia rinviano tutto a fine gennaio: “Aspettare la Consulta”

next
Articolo Successivo

Campidoglio, revisori bocciano il bilancio previsionale: “Sottostimati i debiti fuori bilancio”. Pd: “Prima volta nella storia”

next