Mattarellum 2.0
La minoranza del PdDeputato minoranza Pd Roberto Speranza aveva proposto di partire dal Mattarellum con qualche modifica che potrebbe superare i dubbi di chi dice che il Mattarellum fotografa un sistema bipolare e non tripolare come quello attuale. Il Mattarellum 2.0 sarebbe così composto.

L’elezione di 475 deputati in collegi uninominali a turno unico (più 12 eletti all’estero con sistema proporzionale). Gli altri 143 seggi vengono così assegnati: 90 seggi vengono assegnati come “premio di governabilità” alla prima lista o coalizione, con un limite totale massimo, però, di 350 deputati; 30 vanno alla seconda lista o coalizione; 23 seggi vengono divisi tra i partiti che superano il 2% e hanno meno di 20 eletti.

Rispetto al vecchio Mattarellum sparisce, dunque, la quota proporzionale. Cosa che non piacerebbe affatto ai partitini.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Legge elettorale, “fare presto”? No: Pd, M5s e Forza Italia rinviano tutto a fine gennaio: “Aspettare la Consulta”

next
Articolo Successivo

Campidoglio, revisori bocciano il bilancio previsionale: “Sottostimati i debiti fuori bilancio”. Pd: “Prima volta nella storia”

next