Dieci interdittive antimafia per “prosciugare il bacino di riferimento” della ‘zona grigia’. Il prefetto di Foggia, Raffaele Grassi, stanga le aziende che, sulla base di risultanze e accertamenti investigativi, ritiene in ‘odor di mafia’. I provvedimenti amministrativi hanno colpito diversi settori economici in due centri del Foggiano, Manfredonia e Cerignola, dove negli scorsi mesi entrambe le amministrazioni sono state sciolte per ritenute infiltrate dai clan, nonché una ditta di Vieste.

A Manfredonia Grassi ha emesso la misura nei confronti della Gl Itticoltura e la Marittica srl, entrambe attive nel settore ittico, la Divine Whims, ritenuta riconducibile al presunto favoreggiatore dell’omicidio di Giuseppe Silvestri, pregiudicato assassinato a Monte Sant’Angelo nel marzo 2017, oltre alla Cinfo srl che è riconducibile, come scrive l’Immediato.net, a Luigi Palena, arrestato nell’operazione che ha portato in carcere Giovanni Caterino, ritenuto dagli inquirenti il basista della strage di San Marco in Lamis. Nonché la ditta individuale Brigida Matteo, distributore di carburanti con annesso bar.

Quattro le attività colpite a Cerignola: si tratta dell’impresa individuale Antoniello Mauro, settore abbigliamento, la M. Petroli srls che commercializza carburante al dettaglio, l’internet point e centro scommesse Mondo Games Srls e la Tradecenter srls, ditta che si occupa della vendita di motoveicoli e auto. Grassi ha inoltre emesso un’interdittiva nei confronti della Moviland scarl di Vieste che si occupa di movimento terra.

“Dobbiamo prosciugare il bacino di riferimento della cosiddetta ‘zona grigia’ – ha detto il prefetto Grassi, ex capo dello Sco della Polizia – Le attività commerciali ed imprenditoriali devono essere scevre da condizionamenti mafiosi. Si vuole una libertà di impresa pulita”. Allo stesso tempo, ha aggiunto il prefetto di Foggia, “bisogna impedire alle organizzazioni criminali di penetrare i settori della pubblica amministrazione per garantire il buon andamento della stessa. Pertanto, il pericolo che ciò possa accadere mi ha indotto ad adottare questi provvedimenti amministrativi”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Camorra, agli arresti agente penitenziario: “Portava fuori dal carcere pizzini con gli ordini del boss Lo Russo in cambio di soldi”

next
Articolo Successivo

‘Ndrangheta, resta in carcere il medico. Ai domiciliari presidente banca e divieto di dimora per imprenditore

next