'ndrangheta - 22 Febbraio 2021

Il pentito Spatuzza: “Nelle stragi di mafia i calabresi e i napoletani erano coinvolti con le mani, con la testa e con i piedi”

Collegato in videoconferenza con l’aula bunker di Lamezia Terme, stamattina il collaboratore di giustizia siciliano ha confermato che il particolare gli era stato riferito da Filippo Graviano, boss di Brancaccio che, assieme al fratello Giuseppe, all’inizio degli anni Novanta è stato il protagonista della strategia stragista di Cosa Nostra

Di Lucio Musolino