CAPRI-REVOLUTION di Mario Martone. Con Marianna Fontana, Antonio Folletto, Donatella Finocchiaro. Italia 2018. Durata: 122’ Voto: 4/5 (DT) 

Capri, a ridosso della prima guerra mondiale. La giovane analfabeta capraia Lucia, oppressa da tradizione patriarcale maschilista familiare, scopre la vita libera della comune del giovane pittore ed intellettuale Seybu: prima è diffidente, poi ne è attratta, infine ne diventa parte attiva. Film riuscito, profondo, coinvolgente, sulla liberazione dei corpi e degli individui dalle convenzioni politico-culturali di allora come di oggi. Tensione dialettica viva e costruttiva tra materia e spirito, tra massimalismo e riformismo progressista, tra pacifismo e interventismo umanitario, con coté vegetariano senza crepitii o urla dal loggione. Va bene, la visione dei film di Martone è spesso ostica, ma c’è una tale lucidità nella riflessione, una purezza di scrittura e direzione d’attori, e una tale magia nella messa in scena, che non si può intellettualmente resistere. Tratto dal fatto storico realmente accaduto a Capri ai primi del Novecento con protagonista Karl Diefenbach.