COLD WAR  di Pawel Pawlikowski. Con Joanna Kulig, Tomasz Kot, Borys Szyc, Agata Kulesza Polonia/Francia/Regno Unito 2018. Durata: 85’. Voto: 4,5/5 (AMP) 

Amour fou ai tempi della guerra fredda. Un amore tanto rovente, capace di incendiare premi e pubblico. Pawlikowski torna al bianco&nero di Ida (2013) e al suo cinema più intenso e personale, quella di Cold War è infatti la storia romanzata dei suoi genitori. Amore e disperazione, Est e Ovest, fughe e rincorse, libertà e censure e la musica a raccordare un racconto perfetto e struggente: tutto e il suo contrario in un’opera assoluta e fulminante, dal rigore di scrittura e di regia che confermano ancora una volta il talento di questo autore polacco e “nomade”. Miglior regia a Cannes, 5 premi EFA (miglior film, regia, attrice, sceneggiatura e montaggio) e un’assai probabile candidatura ai prossimi Oscar.

Film in uscita al cinema, da Amici Come Prima a Il Ritorno di Mary Poppins: cosa ci è piaciuto e cosa decisamente no

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Mary Poppins Returns, meglio cento volte la Mrs. Doubtifire di Robin Williams. Ed è tutto dire

prev
Articolo Successivo

Un Natale da cani: Dogman, Isle of dogs e Rabbia furiosa

next