Aggiornato alle 21:37 di Lunedì 26 Settembre 2016
Direttore testata online: Peter Gomez

Il fatto quotidiano

REFERENDUM COSTITUZIONALE IL 4 DICEMBRE
Le opposizioni: “Una scelta per prendere tempo”

renzi-boschi-quesito-pp
Referendum Costituzionale

La data finalmente c’è: il 4 dicembre gli italiani andranno alle urne per dire Sì o No alla Riforma costituzionale voluta dal Governo. Finita l’attesa a tratti snervante e su cui si sono concentrate varie accuse nei confronti dell’esecutivo. “Si voterà a metà ottobre” aveva detto Matteo Renzi il 4 maggio, per poi correggersi (per difetto) un mese dopo dallo studio di Virus, su Raidue: “Spero si voti il due ottobre”. Tra rinvii e polemiche, invece, il giorno giusto è slittato di due mesi. Cosa potrà succedere nei sessanta giorni che vanno dalla prima ipotesi alla data ormai ufficiale? Di certo ci sarà la presentazione della finanziaria e il premier avrà più tempo per una campagna elettorale a tappeto

Economia & Lobby

Welfare per le famiglie, in Valle d’Aosta
e Trentino tanti incentivi a costo zero
“Copiarli altrove? Manca cultura politica”

Di Ilaria Lonigro

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×