Aggiornato alle 0:04 di Giovedì 29 Giugno 2017
Direttore testata online: Peter Gomez

Il fatto quotidiano

Pil, Confindustria alza ancora le stime: +1,3%
Nel 2016 profetizzava: recessione se vince il No

Recessione, fuga di capitali, aumento della disoccupazione e quindi della povertà. Un anno fa, il primo luglio 2016, il Centro studi di Confindustria profetizzava un futuro di tregenda per l’Italia in caso di vittoria del No al referendum costituzionale. L’esito è stato una sonora bocciatura del progetto di riforma voluto da Matteo Renzi. Ma la catastrofe economica non c’è stata. Anzi, “abbiamo avuto un incremento del Pil più elevato rispetto alle attese”. Chi lo dice? Confindustria, che negli ultimi sei mesi ha rivisto al rialzo le previsioni sul pil per due volte

di Chiara Brusini

Papa Francesco nomina cardinale Zerbo
il monsignore “con 12 milioni in banca”

Venezuela, granate da elicottero contro
Corte suprema: “Liberiamoci del governo
corrotto”. Maduro: “Tentativo di golpe”

Cirò, il tempio di Apollo Aleo nel degrado
Mucche e cavalli pascolano tra le rovine
I fondi per il recupero? Stanziati nel 2012

Piacenza, nei guai 50 dipendenti comunali
L’indagine anticipata in un comizio: “Si sa
ma per gli arresti aspettano i ballottaggi”

Grosseto, adotti un cane?
Tari ridotta del 70%. “Ma
i padroni sono controllati”

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×

Garantire la libertà de ilfattoquotidiano.it costa il prezzo di un cappuccino alla settimana.
Sostieni il nostro giornalismo a 60 euro l’anno o 5,99 euro al mese.

Diventa sostenitore
×