Aggiornato alle 0:27 di Venerdì 18 Agosto 2017
Direttore testata online: Peter Gomez

Il fatto quotidiano

Barcellona, furgone sui passanti: 13 morti
Due fermati, un uomo in fuga. Isis rivendica

Un furgone che si scaglia sulla folla per oltre 600 metri, almeno 13 morti e più di 100 feriti. Due persone fermate, ma nessuna delle due era alla guida del van che ha colpito Barcellona nella sua via più turistica, la Rambla. Una terza, l’autista appunto, si scopre essere in fuga quando è quasi notte. E una quarta, di nazionalità spagnola, è stata uccisa dopo aver forzato un posto di blocco, ma ufficialmente non è coinvolta nell’attentato. Sul pomeriggio di sangue di Barcellona, intanto, è arrivata la firma dell’Isis che ha rivendicato la strage: “Erano nostri soldati in guerra contro i Paesi della coalizione”

di F. Q.

In fiamme lo yacht di Diana
Bracco. Le immagini del
salvataggio al largo di Nizza

Da Il Fatto Quotidiano Premium

Meeting Cl, dalle larghe intese agli affari
‘L’amicizia tra i popoli’ cede al portafogli

Istat, senatrice Lezzi (M5s) su Facebook
“Crescita del Pil? Merito del gran caldo”

Ironia social: pioggia di battute e sfottò

Siena, incendio nella Torre
del Mangia durante la festa
del Palio dell’Assunta

“Fine pane mai”, la bottega di Rebibbia
dove i detenuti preparano dolci e pizze
“Apriamo una breccia nel muro di cinta”

Sierra Leone, si scava nel fango dopo
l’alluvione: 400 morti e 600 dispersi
Appello del presidente: “Aiuti urgenti”

Roma, versato olio nella
fontana dei Tritoni
“Danneggiato simbolo”

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×

Raccontare i fatti per noi è un dovere.
Solo tu puoi mantenerci liberi

Diventa socio sostenitore
×