Aggiornato alle 21:14 di Sabato 25 Febbraio 2017
Direttore testata online: Peter Gomez

Il fatto quotidiano

Brexit 8 mesi dopo: prezzi più alti e salari al palo
Londra attira gruppi che cercano addetti low cost

A European Union flag in front of Big Ben, as Remain supporters demonstrate in Parliament Square, London, to show their support for the EU in the wake of Brexit. PRESS ASSOCIATION Photo. Picture date: Saturday July 2, 2016. Protesters wearing EU flags as capes and with homemade banners saying "Bremain" and "We Love EU" gathered for the rally. See PA story POLITICS Protest. Photo credit should read: Daniel Leal-Olivas/PA Wire

È certo che al referendum sulla Brexit nessuno abbia votato per impoverirsi. Ma la popolazione britannica, a otto mesi dalla consultazione, sta iniziando a fare i conti con il proprio portafoglio. La sterlina oggi vale il 18% in meno rispetto al dollaro e il 12% rispetto all’euro e per George Saravelos, capo della divisione Forex di Deutsche Bank, potrebbe scendere a quota 1,05 contro il dollaro (-16% dai livelli attuali) a causa della natura “incredibilmente complicata” della Brexit

di Felice Meoli
autobus_fiamme_atac_roma_675

Roma, esplode un autobus a metano
Sindacati contro il direttore dell’Atac
“Pensa solo a nomine per i grillini”

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×

Garantire la libertà de ilfattoquotidiano.it costa il prezzo di un cappuccino alla settimana.
Sostieni il nostro giornalismo a 60 euro l’anno o 5,99 euro al mese.

Diventa sostenitore
×