Era privo di concessione da 8 anni ed era gestito da una cooperativa, con tanto di strisce blu e parcometro, senza autorizzazione. Per questo nel luglio scorso il parcheggio dell’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli era stato chiuso e messo sotto sequestro. Il parcheggio, tuttavia, a distanza di quattro mesi, viene utilizzato e addirittura, come ha denunciato nel video il consigliere dei Verdi in Regione Campania, Francesco Emilio Borrelli, viene gestito da parcheggiatori abusivi legati alla camorra: “Lo ha riaperto la criminalità organizzata”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Tony Colombo, spari contro la sua casa discografica: forse una vendetta per la love story con la vedova del boss

prev
Articolo Successivo

Napoli, catturato il boss di camorra Antonio Orlando: era latitante da 15 anni

next