/ Cervelli in fuga

di Raffaele Nappi | 22 marzo 2017

“In Nuova Zelanda puntiamo sul gelato artigianale. E non dobbiamo annullare la nostra vita per il lavoro”

Daniela Burlando e suo marito Yuri si sono trasferiti cinque anni fa. Lei lavorava in banca a Genova, lui ha rimesso le quote del ristorante che gestiva con altri soci. Obiettivo: sfuggire allo stress della quotidianità. E ora hanno anche la possibilità di crescere i loro figli nel "posto migliore del mondo"

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×

Garantire la libertà de ilfattoquotidiano.it costa il prezzo di un cappuccino alla settimana.
Sostieni il nostro giornalismo a 60 euro l’anno o 5,99 euro al mese.

Diventa sostenitore
×