Quasi 30 ore di occupazione. Poi l’uscita trionfale tra gli applausi dei genitori e dei compagni, circa un centinaio, rimasti fuori. È terminata l’occupazione, da parte di un gruppo di studenti, del liceo classico Manzoni di Milano. “È stata una dimostrazione di forza e questo è solo l’inizio”, ha spiegato il rappresentante Dario Del Prete, sottolineando di aver presentato una serie di richieste per avere “regole e protocolli chiari” per rientrare in classe, e soprattutto “per rimettere al centro della discussione la scuola”.

“Sono state 30 ore molto tese – ha raccontato Rebecca, una delle studentesse che ha passato la nottata dentro al liceo -, ma è stato magico. Ritrovarsi in quel cortile che non vedevamo da tanto ci ha fatto capire ancora di più quanto abbiamo bisogno della socialità“. “Speriamo che questa iniziativa possa essere replicata da altri studenti – ha spiegato Maddalena, mentre il padre la aspettava all’uscita della scuola -. Siamo contenti della solidarietà che ci hanno dimostrato tutti. Noi non molliamo”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili