“Il 14 settembre la scuola riapre e riapre per tutti, voglio assolutamente rassicurare le famiglie e il personale scolastico: la data è questa e non ci sono più dubbi. Dal primo settembre invece ci saranno eventuali recuperi per chi ha avuto difficoltà”. Così la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, a Torino per un tavolo tecnico sulla scuola. L’esponente del Movimento 5 stelle ha risposto anche alle perplessità dei sindacati: “Mancano gli insegnanti? Abbiamo ancora le graduatorie e sono stata l’ideatrice della call veloce che permetterà di trasferirsi da una regione all’altra. In più c’è il concorso straordinario. Ai sindacati ho detto di fare tutti i tavoli che vogliono, siamo qui per collaborare e trovare delle soluzioni”.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Rientro a scuola, ecco il software che aiuta i presidi a calcolare gli spazi e a gestire i flussi. “Così si affrontano i rischi in anticipo”

next
Articolo Successivo

Scuola, il rientro in sicurezza per me è irrealizzabile: illudersi porterà al ‘tutti contro tutti’

next