(1976) regia di Brian De Palma

È il primo romanzo di King adattato per il cinema. Il soggetto è di King, sceneggiatura di Lawrence D. Cohen. La messa in scena intrisa di raccapricciante splatter è di un ancor giovane De Palma.  King aveva 26 anni e ricevette duemila e cinquecento dollari per cedere i diritti del suo libro. Praticamente nessuna lamentala a riguardo. De Palma porta al limite la ricorrente e fortunata dimensione poetica sul sovrannaturale di King, tra telepatia e telecinesi, facendola inondare da ettolitri di sangue. Trovate stilistiche clamorose. Tre, quattro sequenze da urlo, tra cui la proibitissima doccia iniziale con la protagonista derisa dalle compagne perché ha le mestruazioni. Attenzione al direttore della fotografia: è l’italiano Mario Tosi.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Film in uscita, da I figli del fiume gialle a Tutti pazzi a Tel Aviv e poi Red Joan e Pet Sematary

prev
Articolo Successivo

Bangla, ecco perché ci siamo innamorati di questo film (e c’entra anche un po’ Woody Allen)

next