Anche un farmacista può cambiare la storia
il-farmacista-del-ghetto-di-cracovia-220x343Se non siete mai stati nella piazza di Podgòrze, il sobborgo trasformato in quartiere ebraico a Cracovia, dopo aver letto il libro di Tadeusz Pankiewicz Il farmacista del ghetto di Cracovia (Utet) sarete incuriositi dal vedere questa bottega all’angolo della piazza. Un’altra storia vera, quella di questo farmacista diventato suo malgrado abitante del ghetto senza essere ebreo. Una condizione anomala che gli permette di diventare un testimone, un “cronista” di quel che accade a causa del nazismo. Ma non solo. Pankiewicz sceglie di non restare a guardare ma di salvare vite umane, rischiando la propria.

INDIETRO

Giorno della Memoria, 10 modi per saperne di più: film, luoghi e libri (anche per spiegare la Shoah ai bambini)

AVANTI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Giornata della Memoria, i volenterosi carnefici di ieri e di oggi

next
Articolo Successivo

Giorno della Memoria, la storia dei 70 ragazzi di Villa Emma: salvi grazie agli abitanti di Nonantola

next