La corsa che salva le vite
la-bicicletta-di-bartaliIl protagonista di questa storia è un uomo conosciuto da tutti per lo sport, Gino Bartali. Ma qui si parla di lui come un “Giusto”. La bicicletta di Bartali scritto da Simone Dini Gandini (Notes Edizioni) svela il volto di un uomo che grazie alle sue abilità sportive è riuscito a correre da una parte all’altra dell’Italia per procurare documenti falsi agli ebrei al fine di salvarli. Un gesto che il campione non ha mai sbandierato perché “il bene si fa ma non si dice”.

INDIETRO

Giorno della Memoria, 10 modi per saperne di più: film, luoghi e libri (anche per spiegare la Shoah ai bambini)

AVANTI

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Giornata della Memoria, i volenterosi carnefici di ieri e di oggi

next
Articolo Successivo

Giorno della Memoria, la storia dei 70 ragazzi di Villa Emma: salvi grazie agli abitanti di Nonantola

next