Pasticceria Bonajuto – Modica

Parola d’ordine: cioccolato di Modica

BONAJUTOProdurre un uovo di Pasqua con il cioccolato di Modica non è facile: la densità e la consistenza della massa di cacao lavorata a bassa temperatura poco si addice alle plasmabilità necessaria per produrre le uova di Pasqua. Vengono prodotte con il cioccolato Bonajuto alla cannella, hanno una percentuale del 65% e come da tradizione non viene aggiunto burro di cacao oltre alle percentuali contenute nei semi, niente lecitina di soia né altre sostanze grasse. Le uova sono prodotte solo con massa di cacao, zucchero e spezie. La persistenza al palato derivante dalla lavorazione a bassa temperatura del cioccolato.

Varietà disponibili: uovo semplice, uovo decorato a mano con ghiaccia reale, il gentiluovo con un papillon e l’uovo traforato.
Scelto per voi: Papillon

Prezzo: dai 50€ ai 120€ al kg 

Dove è possibile acquistarlo: presso il punto vendita ( Corso Umberto Primo 159, Modica) o ordinandolo all’indirizzo info@bonajuto.it 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Festa del papà , la ricetta “stellata” dello chef Oldani per tutti i padri che vogliono cucinare per i propri figli piccoli

next
Articolo Successivo

Pasqua 2016, le dieci colombe più goduriose d’Italia

next