“Non bisogna dimenticare”. A un anno di distanza, è questo l’appello lanciato da Nembro in occasione della durante della presentazione del libro Preghiera per Nembro di Guy Chiappaventi e Marco Quaranta. Un inviato del Tg La7 e un fotografo che prima della pandemia lavorava con le aziende e con i matrimoni, ma che ha sentito l’esigenza di testimoniare quello che vedeva nel suo paese natale. Piazza della Libertà, il fulcro del paese, completamente vuota, la Polizia Locale che ferma le persone per sapere dove stessero andando, i volontari della Protezione Civile che si spostano nel paese per consegnare viveri e medicinali. Più le strade sono vuote più comprende la necessità di rappresentare soprattutto chi quella situazione la sta vivendo in prima linea: la farmacista, il personale sanitario, la postina, i commercianti, i ragazzi dell’oratorio, la comunità parrocchiale. “Tutti hanno cercato di rispondere alla domanda che cosa posso fare io per la mia comunità” ricorda il curato don Matteo Cella, che insieme ai suoi ragazzi non ha mai smesso di aiutare i propri concittadini. “I nostri nonni ci raccontavano della guerra – conclude Quaranta – noi racconteremo ai nostri nipotini quello che abbiamo vissuto in quei giorni”

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, Toti ordina una zona rossa “light” a Ventimiglia. E a Sanremo, nella settimana del Festival, scatta solo la chiusura delle scuole

next
Articolo Successivo

Covid, un anno dopo il racconto dal primo hotel-focolaio di Alassio: “89 ospiti in isolamento obbligatorio. La vacanza diventò un incubo”

next