La sera del 2 luglio 2020 sei scrittori si contenderanno il 74esimo Premio Strega. Sono: Gianrico Carofiglio con La misura del tempo (Einaudi); Daniele Mencarelli con Tutto chiede salvezza (Mondadori); Jonathan Bazzi con Febbre (Fandango); Sandro Veronesi con Il Colibrì (La Nave di Teseo); Valeria Parrella con Almarina (Einaudi); Gian Arturo Ferrari con Ragazzo Italiano (Feltrinelli). Nessun romanzo si somiglia, ma ciascuna opera ha una voce potente, peculiare, precisa. Gara dura, nonostante i favoriti (Veronesi e Carofiglio). È la prima volta che si presenta una sestina in finale. Ed è la prima volta che un editore (Einaudi) ha due titoli a un metro dal traguardo. Una curiosità geografica: ogni storia è ambientata in una città-luogo diverso dell’Italia, da Milano a Napoli, passando per la bassa padana, la Toscana, Roma, Bari. Di seguito una breve scheda critica di ogni libro, le probabilità di vittoria e tre domande identiche poste dal FQMagazine ad ogni autore.

Premio Strega 2020, tutto quello che c’è da sapere. E i candidati rispondono alla domanda “chi lo vincerà?”

AVANTI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Parigi, al Grand Palais una mostra digitale dedicata a Pompei. Grazie a tecnologie 3d visitatore potrà assistere all’eruzione del 79 d.C

next
Articolo Successivo

Il Cirque du Soleil è in bancarotta mentre ripartono i circhi con gli animali: non riesco a non scandalizzarmi

next