(Bianco) Cipolle marinate, come condimento

La dose è variabile in rapporto alle porzioni da condire. Per una dose si considera una cipolla bianca medio-grossa

1 cucchiaio di aceto rosso

1 cucchiaio di olio d’oliva

sale e pepe in dose moderata

Dopo aver spellato e lavato la cipolla, tagliate a fettine e tenetela a bagno per almeno 15 minuti.

Mettete le fettine di cipolla a sgocciolare e tamponate con fogli di carta. In seguito conservate in una ciotola, insieme all’aceto e all’olio, aggiungendo sale e pepe.

La cipolla viene lasciata a marinare per un quarto d’ora circa (o 20 minuti se le fettine non sono molto sottili), viene sgocciolata e usata come condimento di pasta o riso.

(Rosso) Crostini di pomodori ciliegini e cipolla rossa

Per 2-3 persone se viene usata come antipasto

300 g di pomodori ciliegini maturi

200 g di fagiolini

fette di pane seimintegrale

1 cipolla di tropea media

50 g di olive nere

1 spicchio grosso d’aglio

5 cucchiai di olio extravergine d’oliva

2 cucchiai di aceto di mele

sale qb

Snocciolate le olive e tritatele nel frullatore con lo spicchio d’aglio, versando lentamente l’olio fino a ottenere un composto denso. Dopo aver lavato i fagiolini verdi dividetele a metà per la lunghezza. Tagliate a metà i pomodorini e, se gradito, salateli. La cipolla di Tropea viene sbucciata e tagliata a dadini, lievemente salata e irrorata con l’aceto e con l’olio rimasto.

Tagliate il pane a fettine sottili e poi tostate; spalmate sopra l’impasto di olive e aglio che ricoprite con pomodorini e fagiolini. Da consumare subito, ancora caldo.

(Giallo arancio) Farro con peperoni gialli e carote

Per 2 persone

150 g di farro integrale

2 peperoni gialli

una carota grande

1/2 cipolla grande

1 costa di sedano

1 paio di rametti di prezzemolo

olio extravergine d’oliva

qualche fogliolina di basilico

sale

Mettete in una pentola circa 1,5 l di acqua, 1/4 di cipolla, la carota privata della buccia e tagliata a rondelle, il sedano, il prezzemolo e un pizzico di sale grosso. Lasciate cuocere per un’oretta. Lavate i peperoni e sistemateli interi in una teglia rivestita di carta forno, mettendoli ad arrostire in un forno a 200° fino a far scurire la buccia, che viene poi eliminata insieme a semi e filamenti, tagliando i peperoni a striscioline. Mettete a cuocere il farro in un po’ di brodo in una padella sufficientemente ampia, con un quarto di cipolla e olio. Man mano che il farro assorbe il brodo, aggiungetene dell’altro senza mai lasciarlo completamente asciutto, aggiungendo anche la carota. Dopo una ventina di minuti unite i peperoni al farro e ultimate la cottura per un altro quarto d’ora circa (complessivamente ci vogliono 35-40 minuti). Lasciate asciugare un po’ il brodo, completate con basilico fresco e consumate.

(Verde) Asparagi e piselli

Per 2-3 persone

400 g di asparagi verdi e sottili

250 g di pisellini dolci, con i baccelli ancora teneri

1 cucchiaio di succo di limone

1/2 cucchiaio di aceto di mele

1/2 cucchiaio di senape

1 cipollotto

1 mazzetto di dragoncello

2 cucchiai di olio extravergine d’oliva

sale

Eliminate le parti fibrose degli asparagi, lavateli e immergeteli in acqua bollente con le punte rivolte verso l’alto. Lessateli al dente, spegnete il fuoco e lasciate stiepidire. Tagliate a tocchetti lasciando le punte intere. Lessate i piselli in poca acqua salata insieme al cipollotto affettato; scolate unendoli agli asparagi. Versate in una ciotola la senape, un pizzico di sale, il succo di limone e l’aceto. Amalgamate bene unendo l’olio fino a ottenere un’emulsione, aggiungete le foglie di dragoncello spezzettate versando il tutto sulle verdure, mescolando con cura. Potete decorare con qualche fogliolina intera di dragoncello.

(Blu viola) Involtini di melanzane

Per 2 persone

1 grossa melanzana

50 g di pane secco

125 g di yogurt di soia

½ spicchio d’aglio

Prezzemolo

sale

pepe

Tagliate a cubetti piccoli il pane secco, disponendolo poi in una ciotola insieme allo yogurt di soia, non zuccherato, con un po’ di sale e pepe a piacere. Lasciate riposare il composto per 3-4 ore di tempo. Nel frattempo tagliate la melanzana a fettine, salandole e mettendole in un colapasta in modo che l’acqua presente scoli.

Quando tutti gli ingredienti sono pronti, mettete a grigliare le fettine di melanzana in una pentola e frullate il pane con lo yogurt, insieme all’aglio e al prezzemolo. Spalmate il composto frullato sulle fettine grigliate che vengono arrotolate su se stesse.

Articolo scritto per Vita&Salute da Gabriele Buracchi
Per saperne di più: Vita&Salute
Clicca qui per sapere come ricevere Vita&Salute

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Alessandro Sallusti e il “mistero” dei cipollotti e dei finocchi: “Perché? Dovete chiederlo alla mia compagna”

next
Articolo Successivo

Laura Chiatti, gli haters la attaccano: “Troppo magra”. Lei: “Malati di mente che scrivete cattiverie, su queste cose non si scherza”

next