Lui ricoverato in una clinica del Piacentino a causa del coronavirus, lei in quarantena a casa, ma desiderosa di spedire un messaggio al marito. È la storia d’umanità vissuta dai volontari del comitato di Croce Rossa di Piacenza che si sono ritrovati a dover consegnare una lettera d’amore scritta da un’anziana. La signora dopo aver chiamato per richiedere la consegna di un farmaco, ha in realtà dato ai volontari “qualcosa che era molto più di un pacco”, una busta con un nome e un cognome scritto sopra, una data di nascita e un indirizzo, quello della clinica, per dire ancora qualcosa alla sua metà.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, morto il giornalista Paolo Micai, in prima linea per raccontare l’emergenza. L’Ordine: “Era innamorato del suo lavoro”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, medici di famiglia: “A Bergamo almeno 1.800 trentenni con polmonite”

next