Il Tribunale di Milano ha condannato in primo grado il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, a sei mesi di reclusione convertiti in una pena pecuniaria di 45 mila euro. “Qui è stato processato il lavoro e io ne ho fatto tanto – ha commentato il primo cittadino che all’epoca dei fatti rivestiva il ruolo di amministratore delegato di Expo – una sentenza del genere, dopo sette anni, per un vizio di forma, allontanerà tanta gente per bene dall’occuparsi della cosa pubblica”.