A far tornare l’opera di Hans Josephsohn in italia, dopo la sua ultima presenza alla 55esima edizione della Biennale d’Arte di Venezia, ci ha pensato Alberto Salvatori direttore dell’ICA di Milano che, con l’occasione, inaugura un ciclo di esposizioni personali dedicate ai grandi maestri del panorama internazionale. Una mostra monografica che comprende opere realizzate da Josephson dagli anni Cinquanta al Duemila e realizzate in ottone, creta e cemento oltre agli schizzi preparatori. Definiti “plastiche esistenziali” i lavori raffigurano busti, volti, figure intere e rilievi la cui materia, corrotta in superficie nei colori e nelle textures, definisce in un unico modellato una pluralità di sguardi prospettici.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Ma è stupendo! L’autobiografia di Diego Passoni attiva una lampadina perfino nel più mangiaprete dei lettori agnostici

prev
Articolo Successivo

Le immagini rubate dalle prove del grande ritorno di Alessandra Ferri al teatro alla Scala di Milano con la prima italiana di Woolf works

next