Si è tolto le scarpe, la maglietta, i pantaloni e pure le mutande. E poi, completamente nudo, si è tuffato nella peschiera grande della Reggia di Caserta, realizzata dall’architetto Francesco Collecini su indicazione di Luigi Vanvitelli nel 1769. “Avevo caldo”, si è giustificato davanti ai poliziotti quando, allertati da altri turisti, sono giunti sul posto. Non abbastanza per scansare una denuncia per atti osceni in luogo pubblico.

Protagonista dell’episodio, accaduto giovedì pomeriggio tra le 15 e le 16, quando nella città campana la temperatura era molto elevata, un tedesco di 25 anni, giunto in Italia in compagnia di un amico. Alcuni turisti presenti hanno ripreso la scena con gli smartphone, qualcun altro ha invece avvisato i poliziotti a cavallo che presidiano i giardini della Reggia. Quando sono giunti sul posto, con i colleghi del reparto Volanti guidato da Michele Pota, hanno fermato il giovane e lo hanno portato in questura dove è stato denunciato.