Un altro pilastro renziano che crolla è quello della società civile. I principali “vip” candidati dal segretario del Pd perdono i testa a testa nei propri collegi. Il risultato migliore lo consegue Tommaso Cerno: l’ex condirettore di Repubblica conquista il seggio al Senato con il 40 per cento a Milano, superando Luigi Pagliuca del centrodestra. Malissimo invece al Sud sia Francesca Barra e Paolo Siani. La notista lucana racimola appena il 18,8% in Basilicata, giungendo terza, mentre il medico napoletano, fratello del giornalista ucciso dalla Camorra, raccoglie circa il 21% dei voti venendo superato da Doriana Sarli del M5s. Sconfitta anche Lucia Annibali a Parma, dove il seggio viene conquistato dal centrodestra con Laura Cavandoli: l’avvocatessa candidata dal Pd ha raccolto il 30,4% delle preferenze contro il 35,1 della sua avversaria. Sia Siani sia la Annibali sono però stati ripescati al proporzionale.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Risultati elezioni 2018: Di Maio fa il pieno al Sud, Matteo Salvini al Nord. Crollo Pd in Emilia Romagna – DIRETTA

prev
Articolo Successivo

Elezioni 2018, gli italiani si sono dimostrati maturi. Ora lo facciano anche i cinquestelle

next