Mudimbi 6.5

Tra le nuove proposte, l’italo-congolese è uno dei pochi a saper occupare compiutamente il palco. Sembra già navigato, e la canzone è sbarazzina, tra rap e un certo gusto retrò francesizzante. Non sarà un mago come quello del testo, ma di sicuro Mudimbi è un bravo prestigiatore.

Eva 6.5

La rivincita della finalista di XFactor prima dell’Era Maneskin. Lo scorso anno Eva la tatuatrice sembrava destinata a una carriera meno promettente rispetto agli altri fuoriusciti dal talent di Sky, Soul System, Gaia e Roshelle. Invece eccola, con un pezzo che allude alla salvezza personale quando la vita è piena di botole. Può farcela: se non qui a Sanremo sicuramente su altri palchi.

INDIETRO

Sanremo 2018, le pagelle di Stefano Mannucci terza serata: il gerontocomio Pooh colpisce ancora, Meta Moro restano canditati fortissimi

AVANTI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sanremo 2018, le pagelle di Martina dell’Ombra terza serata: Claudio Baglioni pronto al lancio nucleare, salvate il soldato Favino

next
Articolo Successivo

Sanremo 2018, la scaletta della quarta serata: i duetti dei cantanti in ordine di uscita, gli ospiti e Matteo Salvini in platea con la Isoardi (violerà la par condicio?)

next