“So’ contento pe’ na cosa, che è finito ‘sto scempio. Sta settimana m’hanno massacrato i giornalisti“, diceva domenica sera, giorno delle elezioni a Ostia, Roberto Spada in una diretta Facebook sul suo profilo, dialogando con amici e parenti. “So’ contento che è finita sta settimana, che è cinque (novembre, ndr). Li trovavamo da tutte le parti (i giornalisti, ndr)…davanti alla palestra… – diceva – giuro è stata una settimana massacrante…come se lo decido io la gente quello che deve fa’…”. E ancora “M’hanno preso a me come se so’ candidato, mortacci loro…”, sempre parlando della stampa

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Napoli, aula occupata da collettivi e centri sociali. Cancellato dibattito con D’Alema e Camusso: “Un danno per tutti”

next
Articolo Successivo

Ostia, Roberto Spada fermato per l’aggressione alla troupe di “Nemo”: “Lesioni aggravate da contesto mafioso”

next