“Ho ricevuto una mail sull’indirizzo della raccolta fondi. Un tentativo da principiante di sciacallaggio. Noi colleghi abbiamo saputo subito della morte di Bruno e subito ci siamo attivati per aiutare la famiglia con la raccolta fondi“. Lo ha raccontato Roberto Buonanno, country manager di Tom’s Hardware, collega di Bruno Gulotta morto nell’attentato di Barcellona.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sardegna, lettera con due cartucce da fucile recapitata al governatore Pigliaru

next
Articolo Successivo

Brindisi, il mare è grosso ma i bagnanti sfidano le onde per provare a salvare il delfino

next