antonio conte 675Antonio Conte – Non solo CR7. C’è un altro antipatico di lusso che esce più che bene da questo Europeo: l’ormai ex CT della Nazionale italiana era odiato ferocemente dagli antijuventini, aveva fatto soffrire (e arrabbiare) anche i tifosi bianconeri quando aveva lasciato improvvisamente la squadra dominatrice del calcio italiano. Aveva accettato l’offerta di Carlo Tavecchio, un altro che non è certo simpatico al grande pubblico e in Francia aveva portato una rosa di 23 giocatori che non convinceva neppure i più contiani. Ebbene, l’Italia operaia ha fatto un mezzo miracolo, uscendo “solo” ai quarti di finale, ai rigori, contro la Germania campione del mondo. In Italia esplodono polemiche anche quando si perde in finale per malasorte o casualità (ricordate Berlusconi su Zoff dopo la finale di Euro2000 persa contro la Francia al golden gol?), eppure l’eliminazione ai quarti non ha provocato nessuna particolare polemica nei confronti di un allenatore che in tre settimane di europeo si è finalmente mostrato come grande e capace professionista e non solo come attention whore sempre alla ricerca del battibecco con i giornalisti per alimentare il proprio ego. Antonio Conte ha dimostrato che, fatta la tara di un carattere particolarmente insopportabile, è e resta il migliore allenatore italiano sulla piazza. VOTO: 8

INDIETRO

Europei 2016, contropagellone (più o meno definitivo): tra il ciuffo di Pellè e il pacco del Grande Match, provaci ancora David Guetta

AVANTI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili