Il 12 maggio scorso la Cassazione aveva confermato 23 condanne nell’ambito del processo Minotauro. I carabinieri sabato scorso hanno arrestato Vincenzo Femia, 42 anni, l’ultimo presunto boss della ‘ndrangheta ancora ricercato nell’ambito dell’inchiesta sulle infiltrazioni della criminalità organizzata in Piemonte che nel 2011 aveva portato all’arresto di 150 persone.

A tradire Femia è stato il caldo, che negli ultimi giorni lo ha costretto ad affacciarsi dal balcone per cercare un po’ di refrigerio dalle alte temperature. L’uomo deve scontare sette anni, quattro mesi e 21 giorni di carcere per rapina, armi e droga dopo la sentenza definitiva pronunciata a maggio dagli ermellini.

I militari lo hanno sorpreso sabato sera – ma la notizia è stata resa nota soltanto oggi – mentre al buoi guardava la partita degli Europei di calcio tra Croazia e Portogallo, a torso nudo, e con gli auricolari alle orecchie. Si era rifugiato in un appartamento al quarto e ultimo piano di un palazzo in zona Aeronautica, periferia occidentale di Torino. Nel telefonino aveva la scheda sim di un romeno morto due anni fa. L’affittuario dell’appartamento, un italiano di 26 anni, è stato denunciato per favoreggiamento.

Giustizia di Fatto - Ottieni i i dossier e le informazioni più importanti per essere sempre informato su tutto ciò che avviene nell'ambito della Giustizia

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ostia, la mafia non esiste più. E ora si complica anche il processo a Carminati e soci. Il plauso di CasaPound

next
Articolo Successivo

‘Ndrangheta al Nord, prima accusa di 416 bis in Friuli-Vg. “Locale a Monfalcone”

next