2 Un pilot da Oscar – Per il grande debutto, rappresentato da The Rabbit Hole, “la tana del coniglio” come viene apostrofato il retrobottega della tavola calda di Al Templeton nella quale si trova il portale spazio-temporale che permette di tornare alla Lisbon Falls del 1960, la produzione ha chiamato all’appello il regista Premio Oscar per il documentario Un giorno a settembre, Kevin Macdonald (lo stesso de L’ultimo Re di Scozia e State of Play). Una regia dove il montaggio è al servizio della narrazione permettendo di condensare e giocare temporalmente con i passaggi più complessi. Ma Macdonald è in buona compagnia dato che i successivi episodi vedranno alternarsi dietro la macchina da presa James Kent, Fred Toye, James Strong, John Davis Coles e lo stesso James Franco (The Truth).

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Raffaele Sollecito ovvero la summa delle incompetenze degli opinionisti tv

next
Articolo Successivo

Striscia la Notizia lancia il “Campionato del Mondo di salto dell’inferriata” dei migranti in fuga dal Cara. E la rete s’indigna

next