Prima di entrare in aula, il legale di Silvio Berlusconi Franco Coppi si intrattiene nei corridoi con i giornalisti accreditati. Scherza sulla sua scaramanzia, afferma di portare sempre con sé un cornetto portafortuna, dentro il portafoglio. Sulla requisitoria del Pg, l’avvocato sostiene: “Ha raccontato  quello che c’è scritto nella sentenza, nulla di nuovo, ma noi abbiamo elementi in più e oggi li esporremo ai giudici”. Poi sul possibile arrivo a sorpresa dell’ex premier in aula, il legale con ironia dice: “Ma in Cassazione ci vengono i poveracci o chi vuole vedere se gli avvocati sono bravi, partendo dal presupposto che i suoi legali sono in gamba, qui l’ex premier non ci mette piede”  di Irene Buscemi

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mps, Mussari indagato per insider trading. “Informò sull’acquisto di Antonveneta”

next
Articolo Successivo

Ombra insider trading su Telecom Italia, perquisizione in casa Catania

next